Basso Vicentino

Lago di Fimon, eseguiti interventi di sfalcio e rimozione delle piante infestanti

Lago di Fimon, eseguiti interventi di sfalcio e rimozione delle piante infestanti

Il Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta ha terminato gli interventi per la rimozione parziale delle “Myriophyllum spicatum” presenti sullo specchio d’acqua del lago di Fimon

Anche quest’anno il Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta ha realizzato i lavori di sfalcio e rimozione delle piante acquatiche infestanti, in particolare l’alga Myriophyllum spicatum sul lago di Fimon, area di rete Natura 2000 appartenente al Sito di Interesse Comunitario Colli Berici. Questo tipo di manutenzione viene eseguita per limitare i danni che una crescita incontrollata di queste piante produrrebbe all’ecosistema acquatico, permettendo inoltre lo svolgimento delle attività ricreative nel lago, nel pieno rispetto dei delicati equilibri dell’intero sistema.

L’intervento è stato reso possibile grazie ad un accordo di collaborazione tra il Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta e la Provincia di Vicenza. L’intesa prevede anche la manutenzione gentile dei corsi d’acqua adiacenti al lago, specificatamente calendarizzata e configurata salvaguardando anche in questo caso l’interazione con il sistema acquatico e faunistico del Sito Naturalistico.

Per portare a termine le operazioni di manutenzione, eseguite utilizzando il mezzo meccanico anfibio Truxor, gli operai del Consorzio sono stati impegnati per circa dieci giorni. L’intervento ha interessato una superficie contenuta dello specchio d’acqua lacustre e ha portato alla rimozione di circa 200 quintali di biomassa.

La crescita abnorme dell’alga può avere gravi conseguenze sull’ecosistema del lago che, a causa del deposito della biomassa sul fondo, è portato ad un progressivo interrimento.

L’alga Myriophyllum Spicatum, infatti, se venisse lasciata proliferare senza controllo coprirebbe interamente lo specchio d’acqua, togliendo ossigeno alle altre specie viventi e causando danni molto seri all’intero ecosistema.

In base alle dinamiche ecologiche del lago, secondo uno studio dell’Università di Parma, è proprio questo, tra ottobre e novembre, il periodo ottimale per lo sfalcio delle alghe, che in questo momento stanno terminando il loro ciclo vitale e la loro parte aerea, si stacca dal fondo e comincia a galleggiare prima di inabissarsi durante la stagione invernale.

*Il Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta è nato con deliberazione della Giunta Regionale del Veneto nel 2009, a seguito dell’accorpamento dei Consorzi di Bonifica Medio Astico Bacchiglione, Riviera Berica e Zerpano Adige Guà. Da allora opera nel suo territorio di pertinenza, che comprende 96 Comuni tra le provincie di Verona, Vicenza e Padova. Il Consorzio provvede all’esecuzione delle opere di bonifica idraulica, alla manutenzione ed efficienza dei corsi d’acqua, nonché all’esecuzione di interventi di sistemazione idraulica.
L’attività principale del Consorzio è costituita da tutti quegli interventi finalizzati all’approvvigionamento, all’utilizzazione ed alla tutela delle acque a prevalente uso irriguo, alla difesa ed alla conservazione del suolo, alla tutela del territorio e alla connessa salvaguardia dell’ambiente.

www.altapianuraveneta.eu

Lago di Fimon

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button