Bassano e dintorni

La Città di Marostica celebra Arpalice Cuman Pertile

La Città di Marostica celebra Arpalice Cuman Pertile con un affresco e una mostra.
Sabato 13 novembre le inaugurazioni alla scuola primaria e al Castello Inferiore. Gli eventi collaterali.

Marostica, 10 novembre 2021 – Nell’ambito delle celebrazioni in onore di Arpalice Cuman Pertile in occasione del trentesimo anniversario del Premio Marostica Città di Fiabe, si inaugurano sabato 13 novembre l’affresco dedicato alla scrittrice e poetessa per l’infanzia realizzato nella parete esterna della palestra della scuola elementare di Marostica (ore 11.00) e la mostra “Sulle tracce di Arpalice, fra passato e futuro”, ospitata al Castello Inferiore (ore 11.30).

“Si tratta di due momenti fondamentali per approfondire la memoria e l’eredità della nostra illustre concittadina – dichiara il sindaco di Marostica Matteo Mozzo – In questi anni abbiamo lavorato per estendere il suo pensiero a diversi campi, come la decorazione della città con un affresco realizzata grazie ad un concorso che ha coinvolto studenti e architetti, e per ricostruire la sua figura con nuovi studi e ricerche che compongono l’inedita e ricca mostra del Castello Inferiore, davvero un importante lasciato per la città”.

“La primaria volontà dell’Amministrazione è stata quella di avvicinare la complessa figura di Arpalice ai cittadini e giovani, restituendo il suo pensiero con nuovi contributi e studi, ma soprattutto facendo interpretare il suo pensiero ai giovani talenti dei licei artistici – spiega Marialuisa Burei, consigliere delegato per il Premio Marostica Città di Fiabe – Proprio in linea con il pensiero della scrittrice, le sue parole hanno preso forma sulla parete della scuola trasformandosi in un progetto di arte collettiva e tutti i bellissimi lavori realizzati per il concorso, premiati e segnalati, sono ora visibili in mostra”.

“Con questo progetto si è riusciti a riqualificare il patrimonio scolastico attraverso un’operazione artistica– commenta Mara Dalla Rosa, consigliere delegato del Comune per la scuola – creando un circolo virtuoso di formazione e valorizzazione: un’opera per i bambini ideata da giovani studenti e realizzata da qualificati professionisti che rimarrà a disposizione della comunità non solo scolastica. Un format da replicare, sicuramente”.

“Il mago della soffitta” di Sonora Olivetto (Liceo di Cittadella), “Figlio del sole” di Chiara Parolin (Liceo di Nove), “L’orso con due ombre” di Mattia Zanetti (Liceo di Nove) e “Il lupo che amava le storie” di Sofia Nicoli (Liceo di Vicenza) sono i bozzetti vincitori rappresentati dall’affresco realizzato con la direzione artistica del M° frescante Roberto Meneguzzo dai 18 architetti iscritti all’Ordine degli Architetti P.P.C. di Vicenza che hanno partecipato al corso per l’apprendimento della tecnica dell’affresco italiano. Il progetto ha coinvolto i cinque licei artistici di Cittadella, Nove, Schio, Valdagno, Vicenza, per un totale di 142 studenti, con l’assegnazione da parte del Comune di Marostica di quattro borse di studio da 250 euro per ciascuno dei quattro vincitori e quattro borse di studio sempre del valore di 250 euro per le rispettive scuole di appartenenza.

I lavori degli studenti, compresi i 21 segnalati dalla giuria, sono esposti nella mostra “Sulle tracce di Arpalice, tra passato e futuro” allestita al Castello Inferiore e dedicata alla vita, al pensiero e alle opere di Arpalice Cuman Pertile (inaugurazione sabato 13 novembre, ore 11.30, fino al 9 gennaio 2022), realizzata in collaborazione con Biblioteca Civica Bertoliana di Vicenza, Biblioteca Civica Pietro Ragazzoni di Marostica e Liceo Fogazzaro di Vicenza. Diverse le sezioni della mostra, con l’esposizione di rare edizioni dei libri della scrittrice, illustrazioni, fotografie, oltre ad un approfondimento biografico realizzato grazie ai nuovi contributi tecnico-scientifici di Liliana Contin e Roberto Bertacco e del Gruppo Storia di Marostica e dell’Università adulti/anziani di Marostica.

Fra gli eventi collaterali delle celebrazioni si segnalano“Guardando con i nostri occhi gli affreschi di tutti i tempi”, un dialogo sulla storia e la tecnica della pittura a fresco
con Vico Calabrò e i Maestri frescanti Roberto Meneguzzo e Andrea Toffoli (18 novembre, ore 18.00, Chiesetta San Marco) e la conferenza a cura di Liliana Contin e Giuseppe Antonio Muraro“Arpalice Cuman Pertile tra storia e attualità” (3 dicembre, ore 17.00, Sala Consiliare del Castello Inferiore). La cerimonia di premiazione dei vincitori della 30^ edizione del Premio Marostica Città di Fiabe è invece in programma sabato 27 novembre alle ore 16.00 nella Sala Multimediale di Palazzo Baggio, con un ricco programma di interventi.

Il progetto “Un affresco per Arpalice” e la mostra “Sulle tracce di Arpalice, tra passato e futuro” sono promossi dalla Città di Marostica con il patrocinio della Regione del Veneto. Partner principale è l’Impresa Edile Ivo Maroso, con la collaborazione di Confartigianato Vicenza (Mandamento di Marostica) e dell’azienda Pizzato Elettrica.

Informazioni: Ufficio cultura Tel. +39 0424 479128 – 22 – 20 | cultura@comune.marostica.vi.it
BROCHURE MOSTRA – IMMAGINI MOSTRA – IMMAGINI AFFRESCO al LINK: shorturl.at/ltCP3
In copertina una foto degli studenti Premiati con i loro bozzetti

La Città di Marostica celebra Arpalice Cuman Pertile
Arpalice Cuman Pertile con il marito Cristiano Pertile

una illustrazione di Elda Cenni per un libro di Arpalice

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button