Arte, Cultura e Spettacoli

Vicenza: Autumn Jazz Festival allo storico Borsa

AUTUMN JAZZ FESTIVAL
Fino al 29 novembre, ogni lunedì sera, torna la musica live nello storico locale in centro città
Otto concerti in centro a Vicenza per animare la stagione autunnale, con musicisti italiani e stranieri che omaggeranno alcune leggende del jazz, oltre a band che porteranno sul palco i loro standard. Ad organizzare e ospitare la rassegna è lo storico Borsa in Piazza dei Signori, locale camaleontico conosciuto in tutta la regione per le serate jazz, presenti fin dal 2011.
“Nel corso degli anni il Borsa si è evoluto, oggi è un ristorante con menù à la carte a pranzo e a cena, che diventa cocktail bar dopo le 22 e punto di riferimento per il brunch dalle 11 del mattino. La costante fin dagli esordi è sempre stata la musica dal vivo, dopo due anni di astinenza quest’anno abbiamo ripreso con la rassegna estiva in concomitanza con Vicenza Jazz e ora con Autumn Jazz Festival. La musica è parte del DNA del nostro locale, contribuisce alla socialità ed è fonte di arricchimento culturale per tutti”, precisa il responsabile Alessandro Ferraro.
La direzione artistica è curata da Lorenzo Conte, contrabbassista presente da oltre vent’anni nelle rassegne jazz in Italia e all’estero.
Il 15 ottobre, in occasione della Giornata nazionale dei jazz club italiani, si è tenuto al Borsa il primo concerto della rassegna, organizzato in collaborazione con Italian Jazz Club Festival, un circuito che riunisce alcuni dei migliori jazz club d’Italia. Sul palco il duo Dario Carnovale e Marc Abrams, mentre il 18 ottobre sono state le sonorità del tango argentino dei Tragos de Tango a portare calore tra i tavoli del locale.
Il prossimo live è in programma il 25 ottobre con il quartetto di Piero Odorici al sax, Paolo Birro al pianoforte, Stefano Senni al contrabbasso e Dario Rossi alla batteria. La serata dal titolo “The music of McCoy Tyner” celebra le sonorità del pianista e compositore McCoy Tyner, scomparso lo scorso anno e di cui vengono interpretati celebri brani degli anni ‘60 e ‘70, e alcuni suoi arrangiamenti standard.
Lunedì 1 novembre le sonorità dense e coinvolgenti dell’Hammond trio celebrano un tributo a Julian Cannonball Adderley, virtuoso sassofonista reso celebre al grande pubblico per aver suonato accanto a Miles Davis. Il trio è formato da formato da Andrea Candeloro all’organo hammond, Sandro Gibellini alla chitarra e Valerio Abeni alla batteria. In scaletta brani che spaziano dal repertorio hard bop fino al blues, per arrivare agli standard jazz di famosi songwriter come Cole Porter.
Lunedì 8 novembre sale sul palco il quartetto formato da Pietro Tonolo al sax, Luca Mannutza al pianoforte, Lorenzo Conte al contrabbasso e Massimo Chiarella alla batteria. Il concerto è un omaggio ai sassofonisti americani Joe Henderson e Sam Rivers, entrambi con album firmati dalla Blue Note, etichetta discografica nata nel 1939, garanzia di qualità musicale e di magnifico design.
A omaggiare il talentuoso pianista Jelly Roll Morton ci pensano il 15 novembre il quintetto formato da Helga Plankensteiner al sax baritono e voce, Achille Succi al clarinetto basso, Glauco Benedetti alla tuba, Michael Lösch al pianoforte e Marco Soldà alla batteria. Nato a New Orleans nel 1890, Jelly Roll è considerato il primo importante compositore e pianista di musica jazz della storia.
Il 22 novembre ritorna al Borsa la pianista Francesca Tandoi, accompagnata da Stefano Senni al contrabbasso e Adam Pache alla batteria. Romana di origini, Francesca ha vissuto in Olanda dove oltre al diploma in conservatorio ha conseguito un master. Ha all’attivo due album e svariate esibizioni in alcuni dei migliori jazz club e festival in Italia e all’estero.
La rassegna autunnale del Borsa si conclude in grande stile il 29 novembre con The legendary Johnny O’Neal trio. Noto negli anni ottanta come il pianista di Art Blakey, e come sideman di molti altri grandi artisti, oggi conferma di essere un artista a “tutto tondo”, un vero intrattenitore, capace di incantare sia suonando che cantando. Un grande raccontatore, come solo i grandi artisti che hanno fatto la storia e che incarnano un certo tipo di tradizione e sanno fare. Jazz, swing, blues, conoscenza enciclopedica della tradizione. A New York, dove è tornato ad animare le serate nei principali jazzclub viene chiamato “the Talk of the Town!”. Lo accompagnano Charles Goold alla batteria e Mark Lewandowski al contrabbasso.
Tutti i concerti iniziano alle 21.15. Dalle 20 è possibile cenare. I live saranno trasmessi in diretta sui canali social del locale.
Ingresso libero, prenotazione tavolo obbligatoria: 0444 544583 | info@barborsa.com
Si ringraziano gli sponsor Ceccato Automobili e HDI assicurazioni.

Francesca Tandoi
Piero Odorici
Paolo Birro
Pietro Tonolo
Johnny O’ Neal

Vicenza: Autumn Jazz Festival allo storico Borsa

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button