martedì , 19 Ottobre 2021
Faber Box Schio

Schio: al Faber Box due incontri sul linguaggio del fumetto

Schio: al Faber Box due incontri sul linguaggio del fumetto

In un mondo nel quale la narrazione visiva è preponderante, il fumetto si sta sempre più affermando come uno dei principali linguaggi della contemporaneità. Proprio a questo genere di linguaggio sono dedicati due incontri gratuiti in programma al Faber Box e organizzati dall’Informagiovani di Schio assieme alla libreria indipendente Quivirgola di via Carducci.

I due appuntamenti sono in programma giovedì 23 settembre e giovedì 7 ottobre (dalle 18 alle 21) in sala Learning Box, al terzo piano della struttura di via Tito Livio. A condurre gli incontri sarà Matteo Gaspari, scledense, che lavora come esperto di fumetto e nuovi media e che è tra i curatori del festival internazionale del fumetto BilBOLbul. L’intento di questi due laboratori è quello di proporre percorsi di lettura transmediali che permettano di esplorare estetica e poetica di alcuni dei principali autori del panorama contemporaneo, riflettendo al contempo sugli elementi grammaticali che rendono il fumetto diverso da ogni altro tipo di linguaggio.

«Siamo molto entusiasti di promuovere questa nuova opportunità dedicata ai giovani – dice l’assessore alle politiche giovanili, Barbara Corzato –. Nonostante il fumetto goda di un pubblico sempre più ampio, spesso la sua conoscenza rimane superficiale e viene raramente comparata ad altri linguaggi. Con questi due incontri ci sarà modo di approfondire un mondo che sempre occupa sempre più un posto di primo piano nella comunicazione».

Durante l’incontro del 23 settembre si tratterà la traduzione per immagini dei racconti di Howard Phillips Lovecraft, autore di grande importanza per il suo impatto nell’immaginario collettivo e per una poetica fortemente anticipatrice. A partire dai celebri racconti “Il colore venuto dallo spazio” e “Il richiamo di Cthulhu”, si rifletterà sulla filosofia dell’autore, sui suoi epigoni e sui modi in cui il suo orrore cosmico è stato trasposto per immagini, in particolar modo attraverso gli adattamenti di Alberto Breccia e Gou Tanabe. Il 7 ottobre, invece, si esploreranno alcune strade narrative del fumetto oscillando tra la distopia e il post apocalittico per riflettere su come diversi autori hanno messo in scena storie di sopravvivenza e adattamento in futuri disperati, vicini o lontani. Da McCarthy a Gipi, da Mad Max a Manuele Fior.

È possibile partecipare anche a un singolo incontro. Necessaria l’iscrizione sul sito www.faberbox.it e per informazioni è possibile contattare lo 0445 691249 oppure il 327 8777799.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità