lunedì , 18 Ottobre 2021
Non dimenticare il tuo cuore

Non dimenticare il tuo cuore

“Non dimenticare il tuo cuore”
Al via la campagna di prevenzione.

Il programma prevede un check up cardiologico gratuito per i pazienti che hanno subito un infarto.
L’iniziativa è finanziata dalla Fondazione per il Tuo Cuore – HCF Onlus e viene svolta in collaborazione con l’ULSS 8 Berica nelle Cardiologie di Vicenza e Arzignano.

Ogni anno in Italia 130 mila persone vengono colpite da infarto, nel 2020 si sono registrati 750 ricoveri solo nel territorio dell’ULSS 8 Berica. Di questi, secondo le statistiche il 20% ha un secondo evento acuto entro 12 mesi: di qui l’importanza della cosiddetta “prevenzione secondaria”, ovvero dei controlli periodici in chi ha già subito un evento cardiologico acuto. In particolare le linee guida raccomandano un’attenta rivalutazione a 12 mesi dall’infarto, tuttavia molti pazienti non effettuano alcun controllo e tendono a sospendere anche eventuali trattamenti farmaceutici.
Proprio con l’obiettivo di sensibilizzare questa fascia di popolazione fortemente a rischio di un secondo infarto, l’Ulss 8 Berica ha aderito al programma “Non dimenticare il tuo cuore”, promosso a livello nazionale e finanziato dalla Fondazione per il Tuo Cuore – HCF Onlus.
L’iniziativa, che prenderà ufficialmente il via il 29 settembre, Giornata Mondiale del Cuore, è rivolta appunto a quei pazienti che negli ultimi due anni hanno già subito un infarto miocardico e\o una rivascolarizzazione in un arco temporale tra i 9 e i 16 mesi, dunque che sono prossimi alla scadenza del piano terapeutico a 12 o 24 mesi.
Per loro è stato attivato il numero verde 800 052233, attraverso il quale possono prenotare gratuitamente una visita specialista e un elettrocardiogramma presso il centro specialistico più vicino, per la provincia vicentina la Cardiologia del San Bortolo per gli utenti del Distretto Est e la Cardiologia di Arzignano per quelli del Distretto Ovest.
L’iniziativa si svilupperà nell’arco di tre settimane complessive, una nel mese di settembre, una in ottobre e infine una in novembre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità