sabato , 11 Settembre 2021
Daniela Sbrollini (IV)

Daniela Sbrollini: femminicidio a Noventa Vicentina

Daniela Sbrollini: femminicidio a Noventa Vicentina, una scia di sangue che non trova fine

“La morte di Rita, la giovane donna ammazzata a Noventa Vicentina continua la serie di donne uccise per mano di loro compagni, persone che dovrebbero amarle e proteggerle. Bisogna spezzare questa scia di violenza che ogni giorno ferisce, violenta, uccide. E’ un incubo dal quale dobbiamo uscire. Per farlo dobbiamo impegnarci tutti. Bisogna ottenere di più. La protezione delle persone che si trovano in situazioni di fragilità deve essere più efficace. E’ necessario lavorare a fondo e in modo convinto sulla cultura del rispetto ad ogni livello. I centri antiviolenza fanno tantissimo, le leggi ci sono, ma senza la collaborazione di tutti evidentemente non basta”.

La senatrice di IV Daniela Sbrollini non ammette giustificazioni e continua: “Sono senza parole ormai. Non si fa ancora abbastanza. Anzi sembra che la realtà quotidiana peggiori. Sono troppi i casi in cui si sottovalutano le situazioni segnalate. Toppe volte le donne non trovano alternative di residenze protette. Questo caso dimostra che bisogna alzare ancor di più il livello di attenzione. Probabilmente cultura, educazione, ascolto, protezione e giustizia devono mettere al centro delle loro azioni questo tema attraverso un piano di coordinamento straordinario. Il livello di disorientamento che pervade sentimenti ed azioni di questa nostra fragile società lo chiedono in modo perentorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità