sabato , 11 Settembre 2021
Biblioteca Bertoliana: Mario Rigoni Stern

Biblioteca Bertoliana: Mario Rigoni Stern

Biblioteca Bertoliana: Mario Rigoni Stern

“Mario Rigoni Stern, tra editori e premi letterari”: sabato 11 settembre in Biblioteca Bertoliana.
Dalla casa editrice Einaudi al Campiello “Storia di Tönle” fino al Premio Nonino e al Premio Mario Rigoni Stern.

Sabato 11 settembre, alle 18, la Biblioteca Bertoliana propone a Palazzo Cordellina (contra’ Riale 12) un nuovo appuntamento dedicato allo scrittore di Asiago: Mario Rigoni Stern, tra editori e premi letterari. Dalla casa editrice Einaudi al Campiello “Storia di Tönle” fino al Premio Nonino e al Premio Mario Rigoni Stern.

Nell’anno in cui ricorre il centenario dalla nascita dello scrittore, la Bertoliana intende aprire nuove prospettive per la conoscenza di Rigoni Stern, mettendo al centro della tavola rotonda il rapporto che lo legò alla sua casa editrice, Einaudi. Rigoni Stern fu per questa editrice uno degli autori più importanti, ma anche l’autore più fedele: dal 1953, data della prima edizione del romanzo autobiografico “Il Sergente nella neve”, fino alla scomparsa avvenuta nel giugno del 2008, egli rimase legatissimo – una lunga fedeltà durata 45 anni – alla “sua” casa editrice, a Giulio Einaudi, a tutti i redattori che curarono i suoi libri e a Ernesto Franco. Sarà proprio Ernesto Franco, scrittore, dal 1998 direttore editoriale e, dal 2011, direttore generale editoriale di Einaudi, a raccontare l’amico Rigoni Stern, di cui ha detto “Mario non insegna, ma mostra le cose”, e ancora “libro dopo libro Mario ha costruito un universo”. A questa intensa memoria si succederanno i ricordi del Rigoni Stern vincitore di prestigiosi premi letterari: l’importantissimo riconoscimento veneziano del Premio Campiello Letteratura ricevuto con “Storia di Tönle” sarà raccontato da Piero Luxardo, presidente del Comitato Gestione Campiello, che ripercorrerà il rapporto tra lo scrittore, l’ambìto premio letterario e l’odissea di Tönle Bintarn, contadino veneto, pastore, contrabbandiere ed eterno fuggiasco, che tra la fine dell’Ottocento e la Grande Guerra rimase coinvolto per caso nei grandi eventi della Storia. Si arriverà poi al Premio internazionale Nonino, nato nel 1975 con lo scopo di valorizzare la civiltà contadina, la salvaguardia della terra e dell’uomo: Rigoni Stern lo vincerà nel 1982 con “Uomini, boschi e api”. Giannola Nonino, co-fondatrice Premio Nonino, grande ispiratrice e promotrice di cultura, legata da profonda amicizia non solo con Mario Rigoni Stern ma anche con un altro “uomo arrivato in Altipiano” Ermanno Olmi, narrerà la vittoria di Mario e la sua successiva e lunga collaborazione come giurato del premio friulano. Infine Sergio Frigo concluderà il ricordo del grande narratore che ha insegnato un nuovo modo di leggere la vita attraverso l’amore per la natura: Frigo è presidente del Premio Mario Rigoni Stern, quest’anno arrivato alla XI edizione, che premia la narrativa e saggistica di ambito alpino.
Modereranno l’incontro Nicoletta Martelletto, giornalista de Il Giornale di Vicenza, e Matteo Melchiorre, direttore della Biblioteca di Castelfranco, nonché vincitore nel 2017 del Premio “Rigoni Stern”.

Nell’occasione sarà presentato il trailer del film Il Sergente dell’Altopiano: la vita di Mario Rigoni Stern (AViLab– Imagofilm Lugano– Elllys Film) di Tommaso Brugin e Federico Massa: un viaggio tra presente e passato, ricco di testimonianze e riflessioni per raccontare lo scrittore di Asiago. Nel corso di una giornata, dall’alba alla notte stellata, la voce di Stern ricorda gli anni di guerra e di prigionia. Il Sergente degli alpini, ritornato a casa, è divenuto col tempo il Custode dell’altopiano di Asiago e la sua terra natale assume il valore di un mondo da preservare contro le guerre e l’indifferenza. Il film è stato presentato per la prima volta sabato 4 settembre a Venezia in occasione del Festival del Cinema e patrocinato dal Premio Campiello. Sarà presente il regista Tommaso Brugin.

L’incontro, realizzato in collaborazione con l’Accademia Olimpica e con il sostegno di Latterie Vicentine, si inserisce a pieno diritto nel mese di settembre 2021 quando nel Veneto ricorrono premi letterari nazionali importanti quali il Premio Campiello (4 settembre, Venezia), il Premio Neri Pozza (10 settembre, Vicenza), il Premio Rigoni Stern (18-19 settembre, Venezia/Asiago) fino a Premio Comisso del 2 ottobre.

L’ingresso è libero, con presentazione obbligatoria del Green Pass, fino ad esaurimento posti disponibili.

Per informazione: consulenza.bertoliana@comune.vicenza.it | 0444 578203.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità