domenica , 17 Ottobre 2021
Vicenza: in arrivo nuovi concorsi

Vicenza: in arrivo nuovi concorsi e stabilizzazioni per 46 posti a tempo indeterminato

Vicenza: in arrivo nuovi concorsi e stabilizzazioni per 46 posti a tempo indeterminato
Porelli: “Priorità a scuola e polizia locale, con assunzioni già da settembre di quest’anno”

Sono 46 le nuove assunzioni di personale a tempo indeterminato, alcune delle quali saranno perfezionate già a settembre 2021, che riguarderanno vari servizi del Comune: 11 agenti di polizia locale (2 in più rispetto a quelli previsti), 12 dipendenti destinati al servizio istruzione, tra insegnanti, ausiliari e cuochi; 16 unità tra tecnici e amministrativi di categoria D (8), C (7) e B3 (1); 5 stabilizzazioni di categoria di personale dei servizi sociali e scolastici; 2 dirigenti amministrativi (per la sostituzione dei pensionamenti nei servizi anagrafe e patrimonio).

Lo ha deciso la giunta comunale che nei giorni scorsi ha approvato il piano triennale dei fabbisogni del personale 2021-2023, grazie al quale il Comune potrà disporre di 833 unità a tempo indeterminato, a fronte delle 808 esistenti.

“Nonostante le mille difficoltà legate alle nuove modalità di determinazione della capacità assunzionale per i Comuni, abbiamo mantenuto gli impegni assunti con i dipendenti e le rappresentanze sindacali – spiega l’assessore alle risorse umane Valeria Porelli –. Anche quest’anno siamo riusciti a prevedere assunzioni tra nuovo personale e stabilizzazioni per un totale di 46 unità”

“Siamo partiti da una situazione estremamente critica che, l’1 gennaio 2021 prevedeva una capacità assunzionale pari a zero – precisa l’assessore –. Gli effetti del parere della Ragioneria Generale dello Stato sullo scomputo delle entrate straordinarie che il governo ha erogato a copertura delle mancate entrate da Covid, da una parte, le maggiori entrate registrate nel corso di questo esercizio rispetto alle previsioni di bilancio, dall’altra, hanno consentito di sviluppare una capacità assunzionale di 1.381.944,79 euro. Pertanto abbiamo dato priorità alle assunzioni necessarie a garantire il regolare funzionamento dei servizi scolastici, senza ricorrere ad alcuna forma di esternalizzazione del servizio, e il potenziamento di quelle della polizia locale. Le restanti disponibilità sono state destinate all’assunzione di personale tecnico e amministrativo per far fronte, almeno in parte, ai numerosi pensionamenti in corso”.

Le modalità di assunzione saranno immediate, già dall’1 settembre di quest’anno, in caso di graduatorie esistenti (polizia locale, D amministrativi) e stabilizzazioni. Nel restante dei casi si procederà con procedure di mobilità o concorsi.

“Sono soddisfatta per il lavoro svolto, frutto di un’intensa attività di analisi e applicazione di una norma, quella sulla capacità assunzionale, che definire cervellotica è eufemistico – prosegue l’assessore Porelli –. Inoltre, tutto il personale che cesserà potrà essere sostituito in quanto non rappresenta una maggiore spesa. Un ulteriore elemento positivo può essere rappresentato dalla presenza, in futuro, di nuove entrate che aumenterebbero ulteriormente la capacità assunzionale per il 2021”.

“Il mio auspicio – conclude Porelli – è che il legislatore rimetta velocemente mano a questa normativa che è assolutamente condivisibile nelle intenzioni ma la cui applicazione è complicatissima e spesso dagli esiti non rispondenti alle finalità della norma stessa”.

In copertina: Valeria Porelli Assessore con deleghe in materia di risorse umane, organizzazione, innovazione tecnologica e semplificazione amministrativa, servizi demografici e pari opportunità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità