sabato , 11 Settembre 2021
Vicenza estate 2021

Vicenza estate 2021, un viaggio corale in 120 tappe

Vicenza estate 2021: Teatro, danza, musica, proposti da 12 realtà in altrettante suggestive location, 120 appuntamenti, 12 rassegne distribuite su 12 location e altrettante associazioni coinvolte, un viaggio corale in 120 tappe verso la normalità. Mai come quest’anno il calendario degli eventi estivi promosso dal Comune di Vicenza può definirsi corale, perché davvero collettivo è stato lo sforzo fatto dai soggetti culturali cittadini per proporre, per quanto possibile, un viaggio verso la normalità.

Questa mattina l’assessore alla cultura Simona Siotto e i curatori delle diverse rassegne hanno illustrato il cartellone “Vicenza estate 2021 – cultura, spettacoli, divertimento”, promosso dal Comune di Vicenza con il sostegno di Agsm Aim, di cui è presente il vice presidente Gianfranco Vivian.

“Ci incamminiamo verso un’altra estate, giocoforza, diversa – ha commentato l’assessore Siotto – Eppure abbiamo tanto bisogno di tornare ad una normalità che per noi è fatta di cultura, musica, teatro, danza, divertimento, relax, stare insieme, aria aperta. E saranno proprio i numerosi luoghi all’aperto scelti per il cartellone 2021 che disegneranno la mappa di questo nuovo viaggio all’insegna di una ritrovata serenità. Peraltro questo programma così ricco e partecipato costituisce il primo concreto risultato del bando cultura attraverso il quale, attingendo al fondo di solidarietà Covid, abbiamo aiutato le associazioni culturali del territorio a rimettersi in moto e a proporre iniziative per le famiglie vicentine”.

I luoghi
Accanto a Parco Querini, inedito scenario di alcune date del Festival Jazz organizzato per la prima volta a luglio, ospiteranno le serate e i weekend dell’estate vicentina il Giardino dell’Olimpico e quello di Villa Guiccioli, il Giardino Salvi, i Chiostri di Santa Corona, quello di San Lorenzo, il Giardino del teatro Astra, la Loggia del Capitaniato, il cortile di Palazzo Leoni Montanari e quello di palazzo Da Schio, il cortile di Palazzo Trissino, l’androne della stamperia Busato e e sedi museali cittadine, da Palazzo Chiericati alla Basilica palladiana.

Le rassegne
E’ sufficiente uno sguardo alle 12 rassegne in cartellone per cogliere la varietà di proposte che caratterizza il nuovo cartellone estivo.

Per quanto riguarda il festival New Conversation Vicenza Jazz è quasi tempo di bilanci, con le date dell’ultimo weekend in programma, fra Mark Lettieri, Paolo Fresu e il quartetto di Antonio Sanchez (ma anche l’anomalo concerto di Gavino Murgia al sax e Fabio Giachino all’organo a canne, nel Tempio di S. Lorenzo, per un evento musicale legato alla spiritualità, con la proiezione delle suggestive foto di Pino Ninfa).

Sono due le rassegne estive proposte da Theama Teatro: Nuovi Palcoscenici e Mutazioni Notturne.
La prima nasce dagli esiti di lavoro dei corsi del centro di formazione teatrale diffuso FOR.THE e di Nautilus CT Lab, la seconda raccoglie gli appuntamenti ufficiali dell’estiva cittadina di Theama Teatro.
Mutazioni notturne prende in eredità l’esperienza della compagnia fin dall’anno 2002, tradottasi nella felice esperienza dell’iniziativa dal titolo “Salotti Urbani”.
La Piccionaia è invece in scena con la rassegna Terrestri d’estate alla sua quarta edizione nel Giardino del Teatro Astra.
Il cartellone è inaugurato da Marta Dalla Via e prosegue con Lorenzo Maragoni, Valentina Dal Mas, Vasco Mirandola, Antonino Varvarà e Babilonia Teatri.
Due gli appuntamenti per i bambini, con Juliette Fabre e Julio Ecamilla, e altrettanti per i ragazzi e la comunità educante, con i Fratelli Dalla Via e Gianni Franceschini.

Ritorna anche la rassegna Be Popular di Stivalaccio Teatro. Be Popular è il festival di teatro popolare organizzato da Stivalaccio Teatro che, giunto alla sua quinta edizione, intende indagare i vari linguaggi del teatro popolare. Quest’anno l’attenzione si rivolgerà alla commedia dell’arte e ai vari sviluppi che ha generato nel teatro contemporaneo. Sono previste anche attività arricchite come laboratori sulla maschera, di critica e di foto per la scena.

Prosegue fino al 24 luglio Danza in rete Festival, promosso dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza e dalla Fondazione Teatro Civico di Schio che pervade i luoghi di spettacolo e gli spazi urbani delle due città, ponendo la Danza, le sue modalità espressive e le sue potenzialità di relazione, come segno forte e di identità del territorio. È un evento diffuso, programmato in sedi diverse, nei teatri principali e in spazi artistici e monumentali e si compone di numerosi appuntamenti tra spettacoli, performance, incontri di approfondimento con gli esperti di danza e con gli artisti, percorsi di audience development e di engagement, con il coinvolgimento attivo del pubblico.

La sesta arte è protagonista anche di Visioni di danza festival di Naturalis Labor. Torneranno le lezioni aperte tenute dai coreografi ospiti del festival o dai solisti della compagnia un’edizione ricca di proposte con numerose esclusive regionali e prime nazionali. Ad ospitare gli eventi la Loggia del Capitaniato, la Basilica Palladiana e il cortile di Palazzo Trissino. Villa Guiccioli sarà invece il palcoscenico dello spettacolo “Piccoli Lupi” il 10 e l’11 agosto.

Per i più piccoli e le famiglie il Giardino Salvi torna a trasformarsi nel Giardino di Alice grazie agli spettacoli proposti da Ensemble Vicenza ed ExVuotoTeatro.
L’idea è quella di uno spettacolo diffuso per promuovere la cura per il nostro ambiente e al centro c’è l’acqua: d’estate fa caldo, d’estate si cerca l’ombra, d’estate si gioca con l’acqua. Ma l’acqua è un bene prezioso e vivo, e anche quando è trasparente nasconde sempre qualcosa.
Quest’anno il Giardino Salvi ospiterà le creature che popolano le leggende popolari della nostra Regione. Proprio come accadeva nella campagna e nei boschi veneti prima che le leggende lasciassero il passo al traffico e alla fretta, Anguane, Salbanei, Maranteghe e Striossi ripopoleranno il parco nella sua interezza trasformandolo in un palcoscenico diffuso all’aria aperta.
Ogni domenica, per 6 domeniche, le famiglie potranno varcare i cancelli del Giardino e, proprio come Alice, attraversando lo specchio si troveranno in un mondo d’incanto, abitato da creature dolci e dispettose al tempo stesso.

Di venerdì invece ci si potrà recare alle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari: anche qui saranno protagonisti bambini e famiglie con la rassegna Insieme sotto il cielo. Racconti, immagini e musica.

Verso fine estate, il grande repertorio del melodramma sarà protagonista di Vicenza in Lirica, curato da Concetto Armonico. Quest’anno i suoi punti di forza sono due produzioni mozartiane: La Betulia Liberata e Mitridate Re del Ponto.

Quindi la grande musica lascerà spazio al concerto in Olimpico dell’Orchestra del Teatro Olimpico.

Vicenza in Festival, promosso dall’assessorato al turismo con l’agenzia Due Punti durante il fuorifiera ViOff, porterà in piazza dei Signori i concerti di alcuni big della canzone italiana, da Francesco De Gregori a Max Pezzali, da Madame e Sangiovanni ad Antonello Venditti, anticipato a luglio dalle serate di Viva Verdi e Nek.

Infine, mai come quest’estate, dopo mesi in cui le sale sono state off limits, è gradito il ritorno del Cinema sotto le Stelle proposto come da tradizione ai Chiostri di Santa Corona, per una lunga kermesse di proiezioni all’aperto, davvero per tutti i gusti.

Per informazioni: https://www.comune.vicenza.it/vicenza/eventi/evento.php/288830

Vicenza estate 2021

Vicenza estate 2021

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità