Thiene e dintorni

Thiene: PUC, in biblioteca per la città

In biblioteca per la città: parte tra libri e scaffali il primo Progetto Utile alla Collettività (PUC) rivolto ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

Si chiamano PUC, Progetti Utili alla Collettività, e sono elaborati e attivati dai Comuni, anche in collaborazione con altri enti, con l’obiettivo di dare un supporto al territorio e rafforzare il senso civico; i soggetti interessati sono i beneficiari del Reddito di Cittadinanza, coinvolti in progetti di volontariato che riguardano diversi settori (culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo, di tutela dei beni comuni).
A Thiene, grazie al lavoro dell’Ufficio di Ambito per l’Inclusione Sociale, il primo progetto ad essere diventato realtà riguarda la Biblioteca Civica e si chiama, appunto, “In biblioteca per la città”.

«Con il mese di giugno 2021 – spiega l’Assessore Anna Maria Savio – il Comune di Thiene, in collaborazione con l’Ufficio di Ambito per l’Inclusione Sociale, ha avviato il primo PUC denominato “In biblioteca per la città”. Il progetto propone un supporto al personale di palazzo Cornaggia nelle attività ordinarie e nell’organizzazione degli ambienti adibiti ai lettori. La persona è presente 8 ore a settimana per un periodo di circa 6 mesi. Questo rappresenta un valore aggiunto per la nostra città; ringrazio il personale della Biblioteca Civica per la disponibilità e l’Ufficio di Ambito che ci ha consentito di giungere a questo primo risultato per Thiene, con una sperimentazione che potrà essere attivata anche negli altri Comuni del nostro territorio».

I Puc rientrano nella progettualità inerente ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza e risultano avere grande importanza per l’intero territorio, se utilizzati in modo strategico; possono essere una significativa occasione di inclusione e crescita sia per i beneficiari diretti che per l’intera collettività. Sono realizzati a partire dai bisogni e dalle esigenze della comunità locale e si intendono come complementari, a supporto e integrazione delle attività ordinariamente svolte dai Comuni e dagli Enti pubblici coinvolti.

I progetti, inoltre, sono strutturati in coerenza con le competenze del beneficiario, emerse nel corso dei colloqui sostenuti presso il Centro per l’impiego o con le assistenti sociali dell’Ufficio di Ambito che si occupano del Reddito di Cittadinanza, e rappresentano anche uno strumento di responsabilità per i percettori del Reddito di Cittadinanza che hanno così la possibilità di restituire alla collettività un servizio, togliendo al beneficio economico il fraintendimento di essere un puro assistenzialismo.

L’Ufficio di Ambito ha illustrato ai Sindaci dei 32 Comuni dell’Altovicentino la progettualità dei PUC e si sta impegnando a collaborare con gli Uffici competenti dei singoli Comuni, offrendo momenti di formazione e supporto per l’individuazione dei progetti all’interno dei vari Enti.

Il Comune di Thiene, capofila per l’Ambito Territoriale Sociale dei 32 Comuni del Distretto 2 – A. Ulss 7 Pedemontana, attraverso l’Ufficio di Ambito per l’Inclusione Sociale, dal 2018 segue le politiche nazionali e regionali a contrasto della povertà, nelle sue diverse forme. Il primo compito dell’Ufficio è progettare e costruire i percorsi delle famiglie che percepiscono il Reddito di Cittadinanza, privilegiando un approccio integrato che vede la collaborazione di servizi pubblici e privati presenti nel territorio, e ricercando soluzioni il più vicine possibile ai bisogni delle persone residenti nell’alto vicentino e in carico ai servizi sociali.

Thiene: PUC
Assessore Anna Maria Savio

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button