martedì , 19 Ottobre 2021
La Leggenda di Bassano – Trofeo Giannino Marzotto

La Leggenda di Bassano – Trofeo Giannino Marzotto

La 26° edizione de «La Leggenda di Bassano – Trofeo Giannino Marzotto» sarà un evento unico nel panorama del motorismo storico internazionale

La manifestazione – iscritta al Circuito Tricolore dell’ASI – si svolgerà dal 24 al 27 Giugno 2021 lungo un percorso mozzafiato attraverso le Dolomiti e vedrà la partecipazione di auto eccezionali. «Il contributo dei nostri partners è stato come sempre fondamentale», ha spiegato Stefano Chiminelli, presidente del Circolo Veneto Automoto d’Epoca «Giannino Marzotto».

La 26° edizione de «La Leggenda di Bassano – Trofeo Giannino Marzotto» – in programma dal 24 al 27 Giugno – si conferma un evento unico nel panorama del motorismo storico internazionale grazie a un percorso emozionante e alla partecipazione di autovetture uniche e straordinarie. Lo afferma Stefano Chiminelli, presidente del Circolo Veneto Automoto d’Epoca «Giannino Marzotto» e dell’Historic Racing Bassano.

La manifestazione è iscritta al Calendario Internazionale FIVA e al Circuito Tricolore organizzato dall’ASI che raccoglie le dieci migliori manifestazioni del motorismo storico nazionale e che gode degli importanti patrocini dei Ministeri del Turismo e della Cultura.

Il Comitato Organizzatore è riuscito a superare gli ostacoli dovuti al periodo lavorando con determinazione e passione in sinergia con le Istituzioni, in particolare l’ASI, la Regione Veneto, il Comune di Bassano del Grappa e gli altri Enti attraversati dalla manifestazione.
«Il contributo dei nostri partners è stato come sempre fondamentale e mai come quest’anno va loro un grande ringraziamento per la sensibilità dimostrata – ha spiegato Chiminelli -. EBERHARD & CO., PAKELO, RIVIT, PER TE ASSICURAZIONI, CECCATO AUTOMOBILI, F.LLI ROSSI PNEUMATICI, LA PRIA continuano a collaborare con noi in questa meravigliosa avventura. La Leggenda di Bassano sarà come sempre un momento di festa e amicizia».

Il programma prevede la partenza da Bassano del Grappa con un inizio adrenalinico e unico nel suo genere: la famosa P.S. Valstagna-Foza, da sempre considerata «l’Università del Rally». Segue la tappa di due giorni a San Martino di Castrozza da dove partirà un circuito ad anello per percorrere i più bei passi Dolomitici attraverso paesaggi mozzafiato, lungo strade poco tracciate immerse nello scenario incredibile delle Dolomiti, riconosciute dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. In questa splendida cornice si svolgerà la cena di sabato 26 giugno in programma al Rifugio Colverde, ai piedi delle Pale di San Martino a quota 2.000 metri.

Il percorso prevede l’arrivo a Bassano del Grappa con un omaggio allo storico Ponte degli Alpini che attraversa la Città: progettato da Andrea Palladio nel Cinquecento per collegare le due rive del Brenta, è stato riportato all’antico splendore dopo un importante restauro durato sette anni e sarà inaugurato il prossimo ottobre dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La Leggenda di Bassano fa parte delle manifestazioni ufficiali organizzate per i festeggiamenti, previsti durante il corso di tutta l’estate.

Le auto e gli equipaggi arriveranno da ben dodici Paesi e daranno vita ad una manifestazione all’insegna dell’eccellenza, impreziosita dalla partecipazione di vetture d’eccezione quali:

– Alfa Romeo RL Targa Florio del 1924: ultima sopravvissuta delle quattro che parteciparono alla celebre gara siciliana, guidata dal campione Giuseppe Campari (Provenienza: USA).
– Invicta S-Type Low Chassis del 1931: definita «la più bella vettura sport Inglese dell’anteguerra» (Provenienza: Italia).
– Alfa Romeo 8C 2300 Touring del 1933: carrozzata dal celebre atelier milanese, una delle vetture più vincenti della storia (Provenienza: Germania).
– BMW Veritas RS del 1947: progettata dal geniale ex-pilota Ernst Loof, pochissimi esemplari prodotti, un’altra vettura di indubbio interesse storico (Provenienza: Germania).

La vettura più rappresentativa sarà scelta direttamente dai partecipanti alla manifestazione che conferiranno il premio «Drivers’ Choice», un riconoscimento inedito introdotto dagli organizzatori della manifestazione. Gli altri premi invece saranno assegnati al miglior pilota tra i più giovani e al miglior pilota tra i «diversamente giovani», come è stato definito in maniera goliardica per rimarcare una volta di più lo spirito di festa e amicizia che da sempre contraddistingue La Leggenda di Bassano.

Degna di nota l’iniziativa per il sociale appoggiata dal Circolo Veneto Automoto d’Epoca nell’ambito della promozione della guida «Historic Tour, emozioni da guidare sulle strade del Veneto», che verrà offerta a tutti i partecipanti. Di concerto con la Regione Veneto, i proventi ricavati verranno totalmente devoluti alla Fondazione “Città della Speranza” Onlus – impegnata dal 1994 nella lotta alla leucemia che colpisce bambini e adolescenti – ed al progetto RaceUP del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova.

Tra i partecipanti alla manifestazione si segnala la presenza di Tonino Tognana. Il Campione Italiano Rally 1982, che vanta il primato di essere l’unico pilota ad aver vinto un titolo Rally al volante di una Ferrari – la stupenda 308 GTB -, farà il suo esordio all’edizione di quest’anno della Leggenda di Bassano.

Un commento

  1. Cortesemente mi spiegate come può essere la 26° edizione??? Quando è stata la prima secondo voi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità