sabato , 11 Settembre 2021

Antonio Caregaro Negrin: a 200 anni dalla nascita una mostra

Antonio Caregaro Negrin: a 200 anni dalla nascita dell’architetto di Alessandro Rossi una mostra la lanificio Conte

Verrà inaugurata sabato 12 giugno alle 18 al Lanificio Conte di Largo Fusinelle la mostra dedicata ad Antonio Caregaro Negrin. Conosciuto principalmente come l’architetto di Alessandro Rossi, Caregaro Negrin è stato un grande sperimentatore. A 200 anni dalla sua nascita (13 giugno 1821) il Comune e l’associazione Trama propongono un percorso espositivo per riscoprire la storia e le opere di un artista che ha segnato profondamente la città di Schio.

«Questa mostra è uno dei fiori all’occhiello della programmazione culturale scledense per il 2021 – dice l’assessore alla cultura Barbara Corzato –. Il bicentenario della nascita di Caregaro Negrin è un appuntamento che attendevamo da molto e siamo molto soddisfatti del percorso espositivo che è stato realizzato. Conoscere a fondo la figura del celebre architetto ci permette anche di approfondire la storia della nostra città».

Le vicende umane e professionali dell’artista, infatti, ne hanno fatto una figura chiave nel panorama culturale del secondo Ottocento. Ma è soprattutto l’incontro con l’industriale scledense Alessandro Rossi a segnare in maniera importante l’esperienza dell’architetto: il rapporto di fiducia e di proficua collaborazione tra i due durerà circa quarant’anni e porterà alla realizzazione di tutti gli edifici chiave del programma sociale rossiano. Una ricca scelta di documenti provenienti dall’Archivio Storico Lanerossi e dall’Archivio personale del Senatore Rossi, tra progetti, tavole, schizzi e ancora, lettere, documenti di spesa e foto d’epoca, traccerà l’itinerario progettuale di Antonio Caregaro Negrin nel ridisegnare il nuovo volto della città di Schio, divenuta grazie a Rossi capitale dell’industria laniera italiana e competitiva a livello europeo.
L’esposizione proporrà anche un focus sugli aspetti botanici legati alle realizzazioni dell’architetto vicentino, maestro nel progettare giardini ed edifici che si inseriscono nella natura circostante in un dialogo continuo. Ai documenti si alterneranno contributi multimediali audio e video. La voce di un attore proporrà alcuni passi tratti dagli scritti e dai discorsi di Antonio Caregaro Negrin sui temi a lui cari dell’arte, dell’architettura e del paesaggio. I visitatori potranno inoltre interagire con i materiali esposti ed accedere ad ulteriori contenuti che saranno resi disponibili attraverso QR code o schermi touchscreen.
La mostra, dunque, è strutturata in cinque sezioni. La prima dedicata a presentare la figura di Antonio Caregaro Negrin dagli esordi nell’impresa di famiglia, agli studi e ai modelli di riferimento fino all’esperienza di patriota e ingegnere militare Segue la parte centrale dell’esposizione dedicata alle realizzazioni più importanti eseguite a Schio con tre ulteriori sotto sezioni su Giardino Jacquard, Quartiere operaio e strutture scolastiche e di servizio. La terza sezione, invece, si concentra sul ruolo centrale che l’architetto vicentino ha avuto nei maggiori dibattiti culturali del tempo, come quelli sullo stile, sull’arte del giardino o sul restauro. Il percorso prosegue con una panoramica su chiese, palazzi, piazze e monumenti cittadini che portano l’impronta dell’intervento di Caregaro Negrin per concludersi con un excursus sulle numerosissime realizzazioni di Caregaro Negrin in Provincia attraverso una mappa interattiva.
Per partecipare all’inaugurazione di sabato 12 giugno (ore 18) è necessaria la prenotazione entro l’11 giugno a info@associazionetrama.it. Sabato 12 giugno, inoltre, è prevista anche una visita guidata al Giardino Jacquard (ore 17) mentre domenica 13 giugno alle 10 una passeggiata in città con Antonio Caregaro Negrin (partecipazione gratuita su prenotazione al 3474666141). La mostra, visitabile fino al 26 settembre, è aperta nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.30. Il percorso su Antonio Caregaro Negrin continua al Museo del Risorgimento e Resistenza di Vicenza, Villa Zileri Motterle a Monteviale e al Municipio di Arzignano. Nell’ambito della mostra dedicata all’architetto di Alessandro Rossi, infine, non mancheranno ulteriori iniziative in città durante l’estate. Per rimanere aggiornati è possibile consultare il sito www.associazionetrama.it

Copertina: foto dell’assessore Corzato al Lanificio Conte

Ritratto di Antonio Caregaro Negrin

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità