sabato , 11 Settembre 2021
Tucto il mundo è fantasia

Tucto il mundo è fantasia

“Tucto il mundo è fantasia”: musica e racconti di viaggio nel nome di Pigafetta
Concerto-spettacolo del Dipartimento di Musica Antica del “Pedrollo”, in collaborazione con Pigafetta 500 e la Bertoliana

Il Conservatorio di Musica di Vicenza “Arrigo Pedrollo” annuncia un concerto straordinario, idealmente collegato alla rassegna tenutasi al Teatro Olimpico, in collaborazione con l’Associazione Pigafetta 500 e la Biblioteca Civica Bertoliana, gentilmente ospitato al Chiostro del Tempio di San Lorenzo a Vicenza: lunedì 31 maggio 2021, alle ore 18.30, andrà in scena “Tucto il mundo è fantasia – La Relazione di Antonio Pigafetta, specchiata nella musica del suo tempo”, con il Grande ensemble rinascimentale del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Vicenza, la concertazione di Bettina Hoffmann e la recitazione di Roberto Greppi. “Tucto il mundo è fantasia” è uno spettacolo che, coniugando racconto e musica, è insieme concerto e lettura. Il primo viaggio attorno al mondo di Antonio Pigafetta (1492-1531), navigatore, geografo e scrittore vicentino, viene ripercorso attraverso le pagine più sapide, catturanti, emozionanti della sua dettagliata “Relazione del primo viaggio intorno al mondo” (uno dei più preziosi documenti sulle grandi scoperte geografiche del XVI secolo) e fatto risuonare nelle musiche del suo tempo. Laudi, frottole, madrigali e danze rendono udibili e godibili gli eventi che scossero gli animi dei viaggiatori d’allora. L’ensemble che darà vita in musica a tutto ciò è formato da studenti delle classi di Canto rinascimentale, Flauto dritto, Trombone rinascimentale, Viola da gamba, Liuto, Clavicembalo e Percussioni. Si ascolteranno musiche di Josquin Des Prez (1450/55 ca. – 1521), Adrian Willaert (1490 – 1562), Bartolomeo Tromboncino (1470 ca. – post 1535), Tielman Susato (1510 ca. – 1570 ca.) e tanti altri compositori tutti da scoprire. Gli esecutori: Giorgia Sorichetti, soprano, Miriam Callegaro, contralto, Rolando Moro, baritono, Ludovico dal Pra, basso, Patrizia Belluzzo, Daniela Colangelo, Rolando Moro, Adele Serena e Giovanni Tonello, viola da gamba, Elena Chilese, Fabiano Martignago, flauto dritto, Riccardo Benetazzo, Marco Cecconi, Riccardo De Cia e Fabio Rovere, trombone, Aurelio Cipriani, liuto, Lisa Moroko, clavicembalo, Christian Del Bianco e Dario Ponara, percussioni. Maestro concertatore, Bettina Hoffmann. Prenotazione obbligatoria tramite: prenotazioni@consvi.it. In caso di pioggia il concerto si terrà alla Chiesa di San Lorenzo adiacente al Chiostro.

Bettina Hoffmann è docente di Viola da gamba al Conservatorio “Pedrollo” e musicista e musicologa riconosciuta a livello internazionale. Protagonista dei più importanti festival di musica antica, ha inciso per le grandi etichette discografiche, ottenendo anche la nomination ai Grammy Awards con due cd di Modo Antiquo.

Il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Vicenza (all’epoca della fondazione unico su scala nazionale) è stato uno dei primi in Italia a rilasciare titoli accademici di primo e secondo livello in discipline specifiche della musica antica ed è attualmente quello con il maggior numero di docenti incardinati. La prassi esecutiva storicamente informata è insegnata in una vasta gamma di corsi di strumento e canto, nonché in corsi di teoria e storia altamente specializzati incentrati sulla musica antica. Fin dai primi anni Novanta, il Dipartimento ha coinvolto studenti e insegnanti in numerosi progetti musicali e spettacoli, coniugando la ricerca musicologica con prassi esecutive storiche, realizzando concerti in straordinarie ambientazioni storiche italiane e prime esecuzioni in tempi moderni. Tra i docenti ospiti internazionali che hanno collaborato con il Dipartimento si ricordano: M. Huggett, N. North, T. Mathot, T. Koopman, S. Kuijken, H. Smith, D. Laurin, A. Bernardini.

Lunedì 31 maggio 2021, ore 18.30
Chiostro del Tempio di San Lorenzo, Vicenza

Tucto il mundo è fantasia – La Relazione di Antonio Pigafetta, specchiata nella musica del suo tempo

Ensemble vocale e strumentale del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Vicenza

Programma dettagliato:

Tielman Susato (1510 circa – 1570 circa), Danse du roy
da Danserye, Anversa, Susato, 1551

Bartolomeo Tromboncino (1470 circa – post 1535), Ostinato vo seguire
da Frottole Libro Nono, Venezia, Petrucci, 1508

Josquin Des Prez (1450/55 circa – 1521), Inviolata, integra, et casta es Maria
da Motetti de la Corona. Libro quarto, Venezia, Petrucci, 1519

Anonimo, Veniti tuti al fonte di Jesù
dal Laudario Giustinianeo

Josquin Des Prez, Allegez moy
da Le septiesme livre contenant 24 chansons, Anversa, Susato, 1545

Pedro de Escobar (1465 circa – post 1535), Virgen bendita sin par
dal Cancionero de Palacio, Spagna, primi decenni del Cinquecento

Anonimo, La bona notte
dal manoscritto 1503 della Staatsbibliothek di Monaco, Italia, prima metà del Cinquecento

Juan de Encina (1468 – 1529), Oy comamos y bebamos
dal Cancionero de Palacio

Tielman Susato, La Mourisque, Danze delle Spade
da Danserye, Anversa, Susato, 1551

Anonimo, Benedetto ne sia lo çorno
dal Laudario Giustinianeo

Josquin Des Prez, Nimphes nappés / Circumdederunt me gemitus mortis
da Le septiesme livre contenant 24 chansons, Anversa, Susato, 1545

Petrus Haedus (1427 – 1504), Ave Maria, vergene coronata
dal Laudario Giustinianeo

Adriano Willaert (1490 – 1562), Madonna mia famme bon’ offerta
da Canzone Villanesche alla Napolitana, Venezia, Gardano, 1545

Adriano Willaert, Ave Maria gratia plena a 4
da Motetti del fiore, liber primus, Lione, Moderne, 1532

Anonimo, Dindiridin
dal Cancionero de palacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità