Arte, Cultura e Spettacoli

Teatro di Lonigo

Il Teatro di Lonigo riapre in musica.
In scena domenica 30 maggio un doppio concerto della Filarmonica di Lonigo.
Alle note si aggiunge una narrazione del direttore artistico Alessandro Anderloni sulle vicende che hanno segnato la storia del Comunale

Dopo la chiusura forzata, la cancellazione di tre spettacoli della stagione 2019/2020 e dell’intero cartellone 2021, il sipario del Teatro di Lonigo può finalmente riaprirsi. Lo farà nel segno della musica, con il più tradizionale e amato degli appuntamenti leoniceni: il concerto della locale Filarmonica di Lonigo diretta dal Maestro Bruno Brunelli che, per la prima volta dopo decenni, non è andato in scena durante le feste di Natale.
Saranno dunque le note musicali a riaprire il Comunale domenica 30 maggio con un doppio appuntamento (alle 17 e alle 19) per dare la possibilità al maggior numero di spettatori e spettatrici di partecipare, stante le regole di contingentamento dei posti ancora vigenti, all’attesa riapertura.
Alla musica si aggiungerà una narrazione teatrale interpretata dal direttore artistico del Teatro, Alessandro Anderloni, che ricostruirà e farà rivivere la storia della prestigiosa istituzione: dall’inaugurazione del 1892 con Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi (a cui il Comunale di Lonigo è dedicato) alla lunga storia di una sala che ha visto transitare sul suo palcoscenico grandi voci della lirica e della prosa, fino al restauro degli anni Settanta, alla ripresa delle attività nel 1993 per arrivare alle vicende dei giorni nostri.

«Imperdibile questo appuntamento pieno significati, memorie e speranze», commenta Manuela Bedeschi, presidente del Comunale di Lonigo. «Tutti vogliamo “ripartire… ricominciare…”, ma come? Con che animo e con quali aspettative? Noi abbiamo tutti desideri molto semplici e per questo radicali: stare insieme nuovamente, con cuore e mente ancora più sicuri, e che il teatro e la musica siano momenti di crescita e condivisione. Lo spettacolo inizia, finalmente».
Commenta l’assessore comunale al Teatro, Alberto Bellieni: «Finalmente ci siamo. Si riparte in sicurezza, nel pieno rispetto delle nuove regole con entusiasmo e la certezza che le porte aperte del nostro splendido Teatro sapranno accogliere tutti gli appassionati che con ansia e trepidazione hanno atteso a lungo questo momento. Per assaporare il gusto di ritrovarsi assieme di fronte a un palco, quasi come metafora di vita».

Per il doppio concerto la Filarmonica di Lonigo, che potrà contare su pochissime prove a gruppi contingentati, proporrà dieci brani di un programma che spazia dal classico al moderno: dalla Toccata in D minore di Bach alle colonne sonore di Giù la testa e Nuovo Cinema Paradiso di Ennio Morricone fino ai successi degli ABBA. Repertorio che lo stesso gruppo strumentale vuole dedicare alla speranza, al desiderio di serenità e socialità.
Ingresso libero fino all’esaurimento dei posti disponibili previsti dalle normative sanitarie vigenti. La prenotazione è obbligatoria scrivendo a: cultura@comune.lonigo.vi.it fornendo nome, cognome e recapito telefonico di ciascun spettatore. L’evento si svolgerà nel rispetto della normativa per il contenimento del contagio da Covid-19.

Teatro di Lonigo Teatro di Lonigo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button