sabato , 11 Settembre 2021

Ulss 7 Pedemontana: ospedale di Santorso, una nuova TC a 64 strati già operativa per una diagnostica più rapida

Frutto di un investimento di circa 450 mila euro, è già operativa

Si arricchisce di una nuova TC a 64 strati la dotazione dell’ospedale di Santorso. La nuova apparecchiatura, frutto di un investimento di circa 450 mila euro, è già operativa e si affianca ad un’altra apparecchiatura sempre a 64 strati già in dotazione.  A spiegarne i benefici è il dott. Vincenzo Iurilli, direttore della Radiologia dell’ospedale Alto Vicentino: «Rispetto al modello che ha sostituito, questa nuova apparecchiatura ci consente una velocità di acquisizione ed elaborazione delle immagini molto maggiore. Per questo motivo sarà utilizzata per tutti i pazienti del Pronto Soccorso, ma anche per alcune indagini e procedure particolarmente sofisticate a beneficio di tutti gli altri pazienti dell’ospedale».

La nuova TC installata all’ospedale di Santorso, infatti, è dotata di alcune soluzioni aggiuntive che amplificano le sue potenzialità: «È dotata di un “modulo cardiologico” specifico per lo studio della pervietà delle coronarie – spiega ancora il dott. Iurilli -. Inoltre, nello studio di perfusione del tessuto cerebrale il volume di acquisizione è raddoppiato rispetto alla tecnologia già in dotazione, consentendo di ampliare l’estensione dello studio e migliorare l’accuratezza diagnostica dell’indagine radiologica, valorizzando al massimo l’integrazione con la tecnologia Rapid che già utilizziamo e che ci consente, nei pazienti colpiti da ictus ischemico, di elaborare in pochi secondi delle vere e proprie “mappe” della circolazione del sangue a livello cerebrale, selezionando più efficacemente i pazienti per i quali è indicata una procedura di tipo interventistico endoluminale.

Un altro punto di forza è poi il modulo di fluoro TC, che consente di eseguire procedure interventistiche e di diagnostica invasiva guidate in tempo reale dalle immagini TC, con un dettaglio anatomico notevolmente aumentato».

«Questa nuova acquisizione – sottolinea il Direttore Generale dell’ULSS 7 Pedemontana Carlo Bramezza – è la dimostrazione di come, anche se da oltre un anno stiamo affrontando l’emergenza Covid, allo stesso tempo stiamo anche continuando a preoccuparci di tutti i pazienti. Così abbiamo investito 450 mila euro per potenziare ulteriormente le dotazioni tecnologiche di un ospedale, quello di Santorso, che è già estremamente moderno e tecnologicamente avanzato: anche questo è un segnale di quanto sia centrale la struttura di Santorso e di come siamo fortemente impegnati a valorizzarla».

Santorso TC Santorso TC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità