giovedì , 15 Aprile 2021
Ensemble Neuma

Thiene: il sipario si apre su giovani musicisti nella Giornata Mondiale del Teatro

Istituita a Vienna nel 1961 durante il IX Congresso mondiale dell’Istituto Internazionale del Teatro su proposta di Arvi Kivimaa, a nome del Centro Finlandese, la Giornale Mondiale del Teatro, che ricorre sabato 27 marzo, quest’anno si connota di significati ed emozioni particolari, visto che proprio il teatro è stato tra i settori più penalizzati dalla pandemia.

Thiene, città che ama il Teatro e che vanta una tradizione di tutto rispetto, non poteva mancare a questo appuntamento e, con la collaborazione di Arteven, propone un concerto a porte chiuse che verrà trasmesso in diretta streaming alle 18.00 sul canale Vimeo di Arteven al link: https://vimeo.com/528211834/ee03fc37e8.

«Sarà un omaggio ricco di speranza per il futuro e all’insegna della qualità, immancabile nelle proposte del Comunale – è il commento di Maria Gabriella Strinati, assessore alla Cultura – Abbiamo voluto sottolineare l’evento del 27 marzo prossimo con una proposta particolare, affidata all’Ensemble Neuma, formazione di giovani musicisti di formazione classica la cui bravura è riconosciuta già da importanti premi in concorsi nazionali ed internazionali. Vogliamo lanciare un messaggio a tutti e, in particolare, al nostro amato pubblico per dire che il Teatro c’è e siamo in attesa di poter ricominciare presto, ce lo auguriamo di tutto cuore, a condividere insieme emozioni e pensieri, come solo l’esperienza teatrale sa fare».  

Il concerto, organizzato in collaborazione con Cororchestra Città di Thiene, vedrà l’esibizione di una realtà d’eccellenza nel panorama musicale veneto. Nato nel 2014, l’Ensemble Neuma riunisce giovani, laureati con lode al Conservatorio di Vicenza, ed offre poliedriche possibilità cameristiche: dal trio d’ance al quintetto di fiati, dal quartetto di legni alla formazione mista con archi e pianoforte.

Il repertorio spazia dal tradizionale repertorio cameristico del ‘700, ‘800 e ‘900, a trascrizioni di brani moderni, colonne sonore, brani pop o musiche scritte appositamente per l’Ensemble.

L’Ensemble Neuma vanta, inoltre, pubblicazioni per la casa editrice Eufonia.

La formazione che sarà protagonista del concerto del 27 marzo a Thiene è il Neuma Wind Quintet e proporrà un programma di facile fruizione, che spazierà da celebri arie del repertorio classico a brani di musica pop rivisti per Ensemble strumentale, con la Suite dalla Carmen di Bizet, musiche di Nino Rota, Bohemian Rapsody dei Queen e un medley di canzoni di Mina.

Assistendo alla diretta streaming gli spettatori potranno applaudire Giacomo Barone, flauto, Tommaso Gasparoni, oboe, Nicolò Andriolo, clarinetto, Matteo Dal Toso, fagotto, Michele Orlando, corno.

«Abbiamo voluto che fossero giovani artisti i protagonisti di questa giornata internazionale   – conclude Maria Gabriella Strinati, assessore alla Cultura – E’ un segno di speranza e di incoraggiamento nei riguardi tutti gli operatori del mondo della Cultura e dello Spettacolo. Ci auguriamo che la proposta sia accolta con favore dal nostro pubblico con un’adesione importante on line».

I giovani musicisti dell’Ensemble Neuma

Giacomo Barone, 25 anni, flauto. Diplomato nel 2020 col massimo dei voti e lode presso il Conservatorio A. Pedrollo sotto la guida del M. Vivian, è molto attivo nella didattica del flauto nel territorio di Thiene e comuni limitrofi.

Tommaso Gasparoni, 22 anni, oboe. Si diploma nel 2020 con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio A. Pedrollo con il M. Vignato. Attualmente studia al Conservatorio Pollini con il M. Brunello e si perfeziona con i M. Hartmann, Finetto e Joao David.

Nicolò Andriolo, 25 anni, clarinetto. Allievo dei M. Graziani e Conzatti, dei quali è musicalmente e umanamente debitore, si è formato in Orchestra Giovanile Vicentina. Laureato con lode, si perfeziona con il M. Beltramini e Orlando. Docente presso Istituto Musicale Veneto di Thiene, è vincitore di oltre 20 premi internazionali. Si è esibito presso Teatro Olimpico di Vicenza, Teatro Regio di Parma, Arena di Verona e Teatro La Fenice di Venezia.

Matteo Dal Toso, 23 anni, fagotto. Artista poliedrico, si diploma con lode nel 2020 in fagotto presso il Conservatorio A. Pedrollo. È pianista, compositore, arrangiatore e docente. Vanta pubblicazioni per Edizioni Eufonia.

Michele Orlando, 17 anni. Studia corno con il M. Dileno Baldin presso il Conservatorio Pedrollo di Vicenza. Si perfeziona con alcuni dei maggiori cornisti della scena internazionale: Hauschild, Clevenger e Stagni.

Vincitore di premi a concorsi nazionali ed internazionali: tra gli altri si impone al Ceccarossi e al Chieri International Competition.

Maria Gabriella Strinati, assessore alla Cultura
Maria Gabriella Strinati, assessore alla Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità