giovedì , 15 Aprile 2021
+Europa Vicenza

+Europa Vicenza: “Azioni concrete per una città inclusiva e Capitale della Cultura”

«Quanto avvenuto a Monte Berico è solo l’ultimo degli episodi indegni per la città che si candida a diventare Capitale della Cultura 2024».

Così Francesca Zilio e Davide Sguazzardo, del gruppo +Europa a Vicenza, affermano all’indomani dell’incendio divampato alle coperte dei senzatetto sotto ai portici di Monte Berico.

«La giunta di Francesco Rucco, compreso il consigliere delegato alla sicurezza Nicolò Naclerio, ha dimostrato ancora una volta di non riuscire a gestire la situazione. – continuano gli esponenti del gruppo vicentino – Sono alcune decine i senzatetto che bivaccano in centro, alle ex Poste centrali, e sotto ai portici di Monte Berico.

Nulla è stato fatto di nuovo, malgrado i proclami in campagna elettorale, per risolvere la situazione a Campo Marzio. Welcome Refugees Vicenza aveva denunciato azioni ostili da parte di addetti Aim nei confronti dei senzatetto sotto ai portici. L’amministrazione comunale ha smentito senza però agire concretamente con i servizi sociali per trovare una sistemazione ai senzatetto».

Zilio e Sguazzardo non hanno dubbi: «È un tema sul quale si deve far sentire forte la voce, in questi giorni in cui Vicenza si candida Capitale della Cultura 2024. – concludono – È lo stesso sindaco Rucco a dichiarare che “Quello che conta è la ferma volontà di concorrere”. Quello che conta, caro sindaco, e che rappresenta un vero segno di cultura, è darsi da fare per rendere Vicenza una città migliore in cui vivere, una città inclusiva, in cui ognuno abbia il suo posto e la sua dignità». 

+Europa Vicenza Francesca Zilio
+Europa Vicenza Francesca Zilio
+Europa Vicenza Davide Sguazzardo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità