giovedì , 15 Aprile 2021
Barone-Donazzan-Todesco CPI Bassano del Grappa

Assessore Donazzan e Direttore Veneto lavoro al CPI di Bassano del Grappa

“POTENZIAMENTO CPI FONDAMENTALE PER AUMENTARE SERVIZI AL CITTADINO” 

L’Assessore regionale al lavoro del Veneto Elena Donazzan e il Direttore di Veneto Lavoro Tiziano Barone sono stati in visita al Centro per l’Impiego di Bassano del Grappa. L’incontro con il responsabile, il dott. Valerio Todesco, ha avuto come obiettivo un confronto per un potenziamento del servizio periferico bassanese di Veneto Lavoro.

“I centri per l’impiego diventeranno presto una prima linea sul fronte della disoccupazione aggravata dal Covid: stiamo pensando a come implementare al meglio il loro servizio – spiega Elena Donazzan, – nel piano di potenziamento avviato da qualche anno abbiamo spinto il nostro ruolo verso le imprese, aumentato il numero degli operatori, migliorato i servizi, anche attraverso l’introduzione della possibilità di prenotare”.

Nel corso del 2020, nei territori serviti dal Centro per l’impiego di Bassano del Grappa, su un’area che conta una popolazione di oltre 100 mila persone in età lavorativa, si sono registrate 11.325 assunzioni, di cui 7.445 nel settore dei servizi, 3.385 nell’industria e 495 in agricoltura. I nuovi ingressi in stato di disoccupazione, registrati attraverso la presentazione di apposita dichiarazione di immediata disponibilità (DID), hanno interessato 3.610 persone, la maggior parte dei quali disoccupati di età compresa tra i 30 e i 54 anni (1.845 persone), seguiti da giovani fino a 29 anni (1.350) e over 55 (420). Il numero complessivo dei disoccupati iscritti al CPI ammonta a 7.710 persone, di cui 4.235 senza lavoro da più di due anni.

L’attività del Centro per l’impiego di Bassano del Grappa ha portato alla stipula di oltre 7.500 patti di servizio nel biennio 2019-2020, con un calo piuttosto contenuto nel 2020 nonostante la pandemia. Circa 5.200 i curriculum vitae pubblicati a fronte di quasi 600 posizioni vacanti segnalate dalle imprese del territorio, cui si sommano le 57 raccolte in questo inizio di 2021. Nell’ultimo anno sono stati svolti 5.400 colloqui, di cui 2.469 in presenza e 2.941 a distanza, in ottemperanza alle disposizioni emanate per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

“Il CPI di Bassano del Grappa risponde ad un territorio molto vasto, ricco di imprese e di complessità per il quale metteremo a disposizione risorse ed investimenti per migliorare il servizio nei confronti degli operatori e degli utenti – conferma in conclusione l’Assessore Donazzan, – i cittadini, soprattutto nel momento del bisogno di lavoro, devono poter contare su di un luogo accogliente in tutti i sensi”.

Con l’obiettivo di fornire una risposta ancora più rapida ed efficace alle esigenze del territorio, il piano di rafforzamento dei servizi pubblici per l’impiego del Veneto porterà a breve l’organico del Centro per l’impiego di Bassano del Grappa a 15 operatori espressamente dedicati alle attività di supporto a utenti e imprese.

Ph. Barone-Donazzan-Todesco al CPI Bassano del Grappa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità