Schio, sospensione del mercato prorogata

Schio – Prorogata la sospensione del mercato cittadino a Schio, fino al 3 maggio. E’ stata quindi bocciata la richiesta del capogruppo di PrimaSchio in consiglio comunale, Alex Cioni, di permettere agli ambulanti che offrono prodotti alimentari di aprire i propri banchi. La decisione, ratificata ieri in giunta, , non è piaciuta a Cioni, che sottolinea come l’amministrazione comunale “abbia scelto la via più comoda rimandando una questione che ritornerà a bomba nelle prossime settimane”.

Per il consigliere di centro destra va ricordato che gli ambulanti non possono lavorare in conseguenza ad una ordinanza dell’amministrazione comunale. “Considerato – spiega – che il contingentamento degli accessi al mercato e il distanziamento sociale sono regole che con ogni probabilità rimarranno in vigore anche nei prossimi mesi, sarebbe stato saggio lavorare già da ora sull’organizzazione dei banchi in modo tale da garantire l’accesso alla cittadinanza come previsto dall’ordinanza regionale, cioè in sicurezza per operatori e utenti”.

In sostanza per Cioni sarebbe stato un lavoro certamente impegnativo ma che si “doveva fare anche in prospettiva della riapertura per tutti i venditori ambulanti”.  Il consigliere di PrimaSchio rifiuta ogni gratuita polemica, tuttavia ritiene che in questo modo “si sia persa l’occasione per dimostrare che oltre al meritorio lavoro di distribuzione dei buoni spesa e delle mascherine svolto grazie all’instancabile impegno dei volontari di varie associazioni locali, anche l’amministrazione comunale poteva fare la propria parte fino in fondo senza attendere la manna dal cielo. Abbiamo personale dipendente del comune che sta lavorando al cimitero – conclude Cioni – in un momento nel quale sono i vivi ad avere bisogno di risposte concrete”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *