Breaking News

Federconsumatori denuncia l’aumento dei prezzi

Vicenza – “Le speculazioni sono un comportamento condannabile in ogni momento, ma ora più che mai. A nostro avviso, chi le mette in atto in questa difficile fase, dovrà essere punito con sanzioni più severe e rigide di quelle normalmente adottate”. E’ quanto scrive oggi in una nota Federconsumatori, sottolineando come siano molte le segnalazioni di cittadini sugli aumenti ingiustificati dei prezzi. Pane, pasta, frutta, verdura, olio, molti beni di prima necessità, soprattutto appartenenti al settore alimentare, secondo l’associazione subiscono ritocchi al rialzo del prezzo, che arrivano anche al 35%. Da nord a sud la situazione non cambia, nei piccoli esercizi come presso la grande distribuzione.

“Per questo – continua Federconsumatori – torniamo a chiedere un intervento urgente da parte delle autorità competenti, a partire dal Ministero dello sviluppo economico e dalle forze dell’ordine. Molte famiglie si trovano in grave difficoltà a causa della perdita del lavoro di uno dei suoi componenti o della mancanza di reddito in questo delicato momento. Il ricorso alla cassa integrazione è sempre più diffuso. Il potere di acquisto delle famiglie è in calo vertiginoso”.

“Di fronte a questa situazione queste speculazioni non solo sono inammissibili, ma si rivelano profondamente dannose per l’intero sistema economico. È necessario ed urgente che le autorità preposte intervengano con fermezza per stroncare questi comportamenti, che tra l’altro rendono inutili gli sforzi messi in campo dal governo, dagli enti locali, dalle associazioni di categoria. A nulla valgono sconti e buoni spesa se poi i prezzi aumentano in maniera indiscriminata”.

Un commento

  1. prof todesco armando

    la segnalazione e ‘ piu’ che giusta ma la difficolta’ sta nel correggere i comportamenti.Il cittadino cosa puo ‘fare ?quando l euro in 1 giorno costava da 200 lire a 1000 lire nel 2000 chi e’ intervenuto ?i commercianti se ne sono fatti un baffo oppure si parlava nel deserto ,si potrebbe fare un incontro con impegni ma….a.todesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *