Coronavirus, multate 41 persone nel fine settimana

Vicenza – Non si arrestano i controlli della polizia locale a pedoni, veicoli ed esercizi commerciali per verificare che vengano rispettate le disposizioni emanate per contenere l’emergenza coronavirus.

Nel fine settimana appena trascorso sono state sanzionate 41 persone tra pedoni e ciclisti. Nel complesso, i controlli eseguiti sono stati quasi 280: su 122 pedoni, 87 veicoli e 70 esercizi e attività commerciali.

Nel dettaglio, sabato 4 aprile sono stati multati 23 cittadini: sette dei quali, sanzionati in quanto assembrati in un’area condominiale, intenti a mangiare e bere. Altre due persone sono andate a cena da amici e dunque non si trovavano nella loro abitazione. Tutti gli altri pedoni sono stati sanzionati perché sorpresi, senza un giustificato motivo, fuori casa.

Domenica, invece, le 18 persone multate sono state trovate, nella maggior parte dei casi, a passeggiare in giro, per lo più in centro storico, senza un valido motivo, oppure sono state fermate in sella alla bicicletta, per spostamenti non autorizzati.

Per ciascuna delle persone sanzionate è scattata una multa da 400 euro. Gli agenti non hanno riscontrato nessuna violazione a carico degli automobilisti, le attività commerciali e gli esercizi pubblici controllati.

Oltre ai controlli collegati al contenimento del contagio da coronavirus, gli agenti sono stati impegnati in un altro intervento. Poco prima delle 23 di domenica due pattuglie sono intervenute in via Morosini, in quanto alcuni residenti avevano segnalato la presenza di una persona che si aggirava tra le auto in sosta.

Giunti sul posto, gli operatori hanno intercettato un uomo, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, e gli hanno sequestrato alcuni attrezzi idonei allo scasso: tre cacciaviti e un cutter da cantiere.

Gli oggetti erano contenuti  in un borsone che è stato svuotato sul posto, spontaneamente, dalla persona fermata, già in possesso di foglio di via dal Comune di Vicenza. L’uomo è stato segnalato a piede libero all’autorità giudiziaria. Prima di andarsene, gli agenti hanno accertato che nessuna auto nella zona riportasse segni di scasso o avesse subito effrazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità