Zaia: “Restate a casa o sarà una catastrofe!”

Venezia – “Restate a casa, uscite solo per andare a lavorare o per la spesa alimentare, o per oggettive gravi necessità, altrimenti l’epidemia da coronavirus metterà in crisi la sanità veneta. Rischiamo di avere due milioni di contagiati e molti morti”. E’ l’appello lanciato oggi dal presidente della Regione Luca Zaia, che ha insistito a lungo in conferenza stampa sulla necessità che tutti rispettino le indicazioni e abbiano il minor numero di contatti con le altre persone. E purtroppo i dati non sono confortanti…

Al pomeriggio di oggi infatti i contagiati in Veneto sono più di mille, e purtroppo vi sono anche trenta decessi. Entro pochi giorni inoltre, se non sarà rispettato il comandamento di restare a casa, le terapie intensive degli ospedali saranno sature… “Svuoteremo gli ospedali dai malati ordinari – ha avvertito Zaia – e li riempiremo di coronavirus”. Oggi purtroppo c’è stato anche il primo decesso nell’ospedale San Bortolo di Vicenza, una signora ultraottentenne.


❌❌❌ #CORONAVIRUS / TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DI OGGI. ❌❌❌

Pubblicato da Luca Zaia su Mercoledì 11 marzo 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità