Breaking News

Viola il decreto ed esce per comprare la cocaina

Villaverla – “Dovevo comperare delle sostanze stupefacenti”, si sono sentiti dire gli agenti della polizia locale, come giustificazione per essere stato pizzicato fuori casa. È successo nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 20 marzo, a Villaverla.

Una pattuglia della polizia locale Nordest vicentino era impegnata nei controlli sul rispetto delle disposizioni del Dpcm in vigore, quando ha scorto due uomini, seduti sul guard rail in via Martiri delle Foibe.

Visti gli agenti, i due si sono separati e ciascuno è salito a bordo della propria auto. Raggiunti dagli operanti per i controlli, i due hanno negato di conoscersi e non hanno dato alcuna giustificazione per la loro presenza fuori da casa.

Per questo i due sono stati accompagnati al Comando e perquisiti. Nascosta nel pacchetto di sigarette di uno dei due, gli agenti hanno recuperato una pallina di cocaina del peso di 0,59 grammi. L’uomo, invitato a compilare l’autocertificazione in relazione al DPCM, ha dichiarato, come detto, che era uscito per comprare della sostanza stupefacente.

Nei suoi confronti è così scattata la denuncia per violazione del Decreto del presidente del consiglio dei ministri e la segnalazione alla Prefettura di Vicenza quale consumatore di sostanze stupefacenti.

L’altro uomo, un 39enne residente a Monticello Conte Otto, è stato trovato in possesso di 7 involucri di cocaina, del peso complessivo di circa 9 grammi, che nascondeva nelle mutande. Oltre alla sostanza stupefacente, gli agenti hanno sequestrato anche 550 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio, e il telefono con il quale aveva preso contatti con i clienti. Il 39enne è stato denunciato con l’accusa di detenzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente e per violazione del DPCM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *