Coronavirus, un aiuto per le persone in difficoltà

Vicenza – Da oggi, martedì 17 marzo, VeLoCe Srl, la società pubblico privata partecipata dal Comune di Vicenza e da associazioni di categoria caratterizzata dalla distribuzione, con mezzi elettrici, delle merci nel centro storico della città, consegna le spese preparate dall’associazione vicentina “Basta sprechi Onlus” e dai volontari dell’unità Pastorale Porta Ovest di Vicenza (parrocchie di Santa Bertilla, Sacra Famiglia e San Lazzaro, San Carlo e San Giuseppe).

Le borse della spesa, preparate con le eccedenze alimentari recuperate in negozi e supermercati grazie all’impegno dei volontari, verranno consegnate alle famiglie in stato di necessità del territorio del Comune di Vicenza. La collaborazione vedrà coinvolti due mezzi elettrici che opereranno nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza necessari ad evitare che il virus Covid-19 si diffonda.

“In accordo con i servizi sociali del Comune – fa sapere il vicesindaco e assessore al sociale Matteo Tosetto – diamo vita ad un servizio importante che vuole da una parte aiutare le persone che si trovano maggiormente in difficoltà e dall’altra evitare che certe persone debbano uscire di casa con tutti i rischi del momento. Voglio sottolineare anche come il tessuto solidale vicentino, fatto di tanti volontari, stia emergendo con forza e in maniera spontanea in questa grave situazione emergenziale”.

Per l’amministratore unico di VeLoCe Luca Zanon è necessario rivolgere “un sincero ringraziamento ai volontari di “Basta sprechi”, da sempre in prima linea nell’aiuto e nel sostegno verso i più deboli, ed al personale dell’azienda, senza cui questa collaborazione non sarebbe stata possibile.” L’iniziativa partirà in via sperimentale durante questa settimana, con l’obiettivo di garantire la consegna delle spese almeno fino al termine della quarantena. Per segnalare situazioni di necessità è possibile chiamare i numeri 0444-562830 e 0444-571051.

2 Commenti

  1. come chiedere aiuti per la famiglia

  2. albertina ghiotti

    vorrei sapere a chi chiedere aiuto per la famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità