Breaking News

Confisca da 335 mila euro per evasione fiscale

Vicenza – Nei giorni scorsi, la Guardia di Finanza di Vicenza ha provveduto alla confisca di beni e disponibilità finanziarie, già sequestrate, al titolare di una ditta individuale della provincia, operante nel settore del disegno tecnico industriale, per un valore complessivo di quasi 335 mila euro, in esecuzione della sentenza emessa dal Tribunale di Vicenza nei confronti dell’imputato P.P. sono le sue iniziali, al quale il giudice ha applicato la pena di un anno e quattro mesi di reclusione (pena sospesa) per evasione fiscale per gli anni d’imposta sottoposti a controllo da parte delle fiamme gialle beriche, cioè quelli dal 2013 al 2016.

“La misura di cautela patrimoniale – spiegano le Fiamme Gialle in una nota – scaturisce da un’attività di verifica fiscale da parte dei finanzieri della Compagnia di Vicenza che, nonostante la parziale esibizione della documentazione amministrativo-contabile obbligatoria da parte della ditta individuale, hanno comunque incentrato l’attività ispettiva sulla meticolosa ricostruzione dei ricavi e del volume d’affari conseguiti, soprattutto attraverso le risultanze della banca dati, opportunamente confrontate anche con i questionari inoltrati ai clienti dell’impresa”.

“La condotta illecita tenuta dal titolare e segnalata alla locale Procura della Repubblica, in considerazione del superamento delle soglie di punibilità previste dall’art. 5 del D.Lgs 74/2000 (Omessa presentazione della dichiarazione) aveva portato infatti alla denuncia del responsabile ed alla contestuale proposta all’Autorità Giudiziaria di sequestro preventivo per complessivi 334.718,89, frutto del profitto del reato illecitamente conseguito”.

“Il Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale di Vicenza, già nel maggio dello scorso anno, condividendo il percorso investigativo e logico-giuridico posto a fondamento delle investigazioni condotte dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Vicenza sotto le direttive della Procura della Repubblica, aveva poi disposto il decreto di sequestro preventivo per equivalente per complessivi € 334.718,89,  corrispondente all’ammontare delle imposte evase a seguito della omessa presentazione della dichiarazione fiscale, attraverso il sequestro degli immobili di proprietà dell’indagato fino alla concorrenza dell’importo decretato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *