Workshop di Cna sulle professioni del futuro

Schio – Un workshop gratuito per conoscere il futuro delle professioni, sempre più eterogenee e trasversali, tra competenze specifiche e nuove esigenze imposte dal cambiamento del mercato e dalle tecnologie digitali. È il primo appuntamento previsto dal nuovo percorso di formazione specifica promosso da Cna ed Ecipa, all’interno del programma Por Fse 2014 – 2020 della Regione del Veneto.

Marco Troncon
Marco Troncon

L’incontro, in programma lunedì 10 febbraio, dalle 16.30 alle 20.30, presso la sala meeting dell’Attico Summano, a Schio, vedrà salire in cattedra il professor Paolo Gubitta, vicedirettore del dipartimento di Economia e Management “Marco Fanno”, dell’Università di Padova,  che farà una panoramica sulle problematiche relative all’implementazione di sistemi lean nei contesti aziendali in constante evoluzione, con un focus in particolare sulle “professioni ibride”.

Il workshop si inserisce tra le attività previste dal progetto regionale “F.I.Si.Ca.: Lean management e lavori ibridi per la Filiera imprese sistema casa”. “Sarà un viaggio alla scoperta delle nuove competenze richieste dal mercato del lavoro – precisa Marco Troncon, responsabile per l’Area mestieri di Cna Veneto Ovest –. Partendo dalla case history della filiera casa, approfondiremo il tema della progressiva ibridazione delle professioni, con l’obiettivo di fornire spunti e strumenti utili per affrontare al meglio gli scenari futuri, ma anche di far conoscere le potenzialità e i servizi per le imprese che Cna Veneto Ovest mette a disposizione di aziende e professionisti del territorio”.

«Cercheremo di capire – ha aggiunto Luca Vettorato, responsabile digital di Cna Veneto Ovest – come le competenze tecniche o manageriali specifiche di una data professione si debbano combinare sempre più con le abilità informatiche e digitali, con le conoscenze per comunicare nei social network e soprattutto con le abilità relazionali. Si tratta di conoscenze ormai necessarie, per interagire con altre persone attraverso l’uso di tecnologie digitali e per svolgere in modo efficace la propria attività in ambienti di lavoro di nuova concezione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità