Breaking News
I quattro fondatori del movimento delle Sardine (dalla pagina Facebook 6000 Sardine Vicenza)
I quattro fondatori del movimento delle Sardine (dalla pagina Facebook 6000 Sardine Vicenza)

Vicenza, sardine in piazza nel giorno di Salvini

Vicenza – Il gruppo Sardine di Vicenza scende di nuovo in piazza. Lo fa con un flash mob, che si terrà domenica 9 febbraio, alle 17, in via dell’Oreficeria, di fronte alla Fiera di Vicenza. L’occasione è quello dell’arrivo di Matteo Salvini nella nostra città, per inaugurare la campagna elettorale della Lega in vista delle regionali di maggio.

“Abbiamo deciso di far coincidere tutto questo – scrive il gruppo 6000 Sardine di Vicenza – con l’inizio della nostra mobilitazione per un Veneto migliore. Partiremo parlando di temi ambientali, denunciando la giunta di Zaia che ha troppo spesso svenduto il bene comune per interessi particolari e di breve termine. L’assenza totale di una seria politica ambientale da parte della Regione, ha reso la nostra terra una delle zone più inquinate di tutta Europa”.

“Scendiamo in piazza – continuano le sardine – per far sapere al senatore Salvini che qui non è il benvenuto. Il Veneto è famoso per essere una terra di gente pragmatica, devota al lavoro. Ricordiamogli che noi disdegniamo chi si riempie la bocca di problemi ma poi diserta i tavoli decisionali. Scendiamo in piazza per coltivare terreno fertile per la buona politica. Guardiamoci, stringiamoci e iniziamo quaesto percorso assieme. Nessuna realtà può esistere senza averla, anche solo per un secondo, sognata”. Chi vuole collaborare, dare idee e spunti per questo percorso, fino a maggio, scriva a 6000sardinevicenza@gmail.com.

2 Commenti

  1. In Veneto e in particolar modo a Vicenza la Lega ha una forte rappresentanza di elettori,quindi se le Sardine vogliono per l’ennesima volta dimostrare che sono unite sempre e solo contro Salvini lo facciano pure siamo in democrazia ma non si devono dimenticare che Salvini rappresenta ancora una grande parte dei Vicentini ed a Vicenza è ancora il benvenuto.
    La voce di chi va in piazza va rispettata come va rispettato il voto di migliaia di cittadini che scelgono i propri rappresentanti.

  2. Noi non svendiamo il nostro amato Veneto al PD. Ne’ tanto meno a questo ‘vuoto’ movimento delle sardine. Che se ne tornino a casa. Non esiste Governatore come Luca Zaia. Non sarà perfetto (come tutti gli umani) ma ha fatto tanto per la nostra Regione. Non vogliamo che la nostra terra venga data in pasto al PD. Perché ormai si è capito da che parte stanno queste famigerate sardine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *