Breaking News

“Smog, inquinare e batter cassa allo Stato”

Venezia – In questi cinque anni la politica di Zaia ha portato il Veneto ad essere la regione più inquinata d’Italia. Stiamo letteralmente soffocando, a Padova da 10 giorni si supera la soglia di allarme dei Pm 10, a Treviso le scuole non fanno uscire in giardino i bambini per evitare che si avvelenino con l’aria inquinata.

Questo disastro ha una sola causa: l’assenza totale di una seria politica ambientale da parte della Regione, ormai specializzata nel voltarsi dall’altra parte quando qualcuno avvelena il territorio e l’ambiente. Per la maggioranza che governa il Veneto l’importante è consentire di fare affari, a tutti i costi. Pazienza se nei prossimi anni si dovrà fare i conti con la salute dei veneti, anzi anche su questo la politica è quella delle tre scimmiette: non vedo, non sento e non parlo, visto che non si vogliono fare gli studi epidemiologici, come noi del Movimento 5 Stelle continuiamo a chiedere.

Ma oltre al danno c’è anche la beffa: il solito assessore Bottacin non riesce a far altro che incolpare lo Stato di non aprire abbastanza i cordoni della borsa e dimentica che, è vero che c’è un piano aria votato in consiglio regionale, ma che da 3 anni è in attesa dei decreti attuativi da parte della giunta. Insomma si fa di tutto per inquinare e poi si va a batter cassa al governo. Caro Zaia, è questa la tua autonomia? L’autonomia di avvelenare aria e territorio andando poi a piagnucolare a Roma.

Jacopo Berti e Manuel Brusco
Consiglieri regionali Movimento 5 Stelle Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *