Smog, raggiunto livello rosso. Fermi anche Euro 4

Vicenza – Scatta il livello di allerta rosso, in tema di inquinamento atmosferico, a Vicenza. Le verifiche effettuate da Arpav hanno infatti accertato lo sforamento, per dieci giorni consecutivi, del valore limite giornaliero di pm10 (che è pari a 50 microgrammi per metro cubo d’aria). Questo comporta che da domani, venerdì 10 gennaio, alle limitazioni già in vigore nel “livello arancione” si aggiunge lo stop, tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, anche dei veicoli commerciali alimentati a diesel Euro 4.

In pratica, almeno fino al nuovo bollettino di Arpav (previsto per lunedì 13 gennaio), in centro storico e nei quartieri della prima cintura urbana di Vicenza, tutti i giorni, dalle 8.30 alle 18.30, non potranno circolare i veicoli privati a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4; i veicoli commerciali a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3. Dovranno rimanere fermi anche i motoveicoli e ciclomotori a due tempi non catalizzati, immatricolati prima dell’1 gennaio 2000 e non conformi alla direttiva 97/24/C. Non potranno inoltre circolare tutti giorni, dalle 8.30 alle 12.30, i veicoli commerciali diesel Euro 4.

I controlli volti ad accertare le violazioni alle prescrizioni sopra indicate scatteranno una volta che saranno posizionati tutti i cartelli posti in corrispondenza delle vie di accesso all’area interessata dal blocco del traffico. Nel dettaglio, oltre al centro storico sono compresi nel blocco i quartieri di Laghetto, San Pio X, San Bortolo, Quartiere Italia, San Francesco, Sant’Andrea, San Lazzaro, Santa Bertilla, Villaggio del Sole, Santi Felice e Fortunato e parte dei quartieri della Stanga (lato San Pio X) e di Saviabona. Per conoscere le eccezioni a questi divieti e altre informazioni utili (parcheggi di interscambio, sanzioni, disposizioni sul riscaldamento domestico…) si può consultare questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *