sabato , 19 Giugno 2021
Smog

Smog, con l’alta pressione torna l’allerta arancione

Padova – Le condizioni meteorologiche degli ultimi giorni hanno dato una mano ad abbassare le concentrazioni di pm 10, in alcune zone del Veneto, come è avvenuto ad esempio nel veneziano e nel veronese, in altre invece e si sono registrati svariati giorni consecutivi di superamento del limite, come a Vicenza, Padova, Treviso. Da oggi è tornata l’alta pressione sulla regione, e sarà allerta arancione in gran parte del territorio.

“Almeno fino a venerdì 31 – sono le previsioni di Arpav -, il tempo sarà stabile senza precipitazioni e con venti in prevalenza deboli, ad eccezione di una residua modesta ventilazione nord-orientale fino alle ore centrali di giovedì in prossimità della costa. Pertanto le condizioni meteorologiche risulteranno in prevalenza favorevoli al ristagno degli inquinanti”.

Per quanto riguarda i livelli di criticità, permane quindi lo stato di allerta arancione nelle zone di Venezia, Treviso, Padova, Vicenza, Verona, Mansuè, Mirano, Adria, Rovigo, Badia Polesine, Este, Piove di Sacco, Legnago, San Bonifacio. E’ attivato, a partire da domani 31 gennaio, il livello arancione anche nelle zone di Castelfranco Veneto, San Donà di Piave, Cittadella. Nell’infografica che segue i livelli di criticità in vigore dal 31 gennaio al 3 febbraio 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità