Breaking News

Mauro Corona incontra i lettori a Bassano

Bassano del Grappa – Tappa a Bassano del Grappa, alla libreria La Bassanese, per Mauro Corona. Invitato dal libraio Marco Bernardi, il 6 gennaio alle 16.30, lo scrittore, alpinista e scultore ligneo incontrerà suoi lettori per il firmacopie del suo ultimo libro “Il passo del vento. Sillabario alpino”, scritto con Matteo Righetto ed edito da Mondadori, da mesi al vertice delle classifiche dei più venduti in Italia. Un’Epifania, quindi, a Bassano, che diventa occasione per conoscere da vicino quel Mauro Corona divenuto volto familiatre a tutti gli italiani anche per essere ospite fisso nella trasmissione di Rai3 #Cartabianca, condotta da Bianca Berlinguer.

“Il nuovo libro di Corona – spiegano gli organizzatori – dà voce a ciò che, per gli autori, la montagna rappresenta, attingendo a un ricco tesoro di esperienze personali condensate in brevi racconti, epigrammi fulminanti, descrizioni di paesaggi naturali. Nelle pagine del libro troviamo l’asprezza della roccia e la sfida delle vette, ma anche la carezza accogliente dei boschi, il ritmo lento del passeggiare; i ricordi vivissimi di un tempo che non esiste più e la consapevolezza urgente delle responsabilità da assumersi perché gli ambienti naturali possano sopravvivere ed essere il futuro dei nostri figli. In questo sillabario organizzato in ordine alfabetico dall’Abete alla Zuppa di montagna, c’è davvero materia per molti Fridays for Future perché è un manuale di sopravvivenza spirituale perfetto per chi ama la natura e per le prossime generazioni green”.

Mauro Corona è nato a Erto (Pordenone), nel 1950. Scrive in questo suo ultimo libro: “Da parte mia sono rimasto lento, l’età avanza, mi prendo il tempo giusto. Spesso dormo ai piedi della parete per ascoltarla, sentire cosa dice, percepirne il respiro. Poesia decadente? No. Esperienza per far durare le emozioni più a lungo, vivere la notte e i suoi fantasmi, aspettare l’alba prima di legarmi alla corda. L’estate passa in fretta. Quando l’autunno allunga le ombre sui pascoli, le pareti avviliscono. Mani forti non le toccano più. Per lunghi mesi l’amore è sospeso. Al loro posto le carezzerà la neve quando verrà a coprire tutto. L’inverno è tornato, con lui il silenzio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *