Gli orologi più belli. Chiusa con successo Vo Vintage

Vicenza – Buon successo per la prima edizione di VO Vintage, marketplace di Italian Exhibition Group dedicato all’orologeria e alla gioielleria d’epoca, che si è concluso ieri e che era inserito quest’anno in Vicenzaoro, manifestazione di riferimento del settore orafo gioielliero, che prosegue invece fino a domani. VO Vintage ha aperto i battenti il 18 gennaio e ha visto la partecipazione di trenta importanti espositori, che per l’occasione hanno presentato e scambiato gli esemplari più preziosi delle loro collezioni.

Uno spazio dedicato al collezionismo di preziosi d’epoca dunque, il cui mercato negli ultimi anni ha conosciuto una crescita esponenziale, arrivando a un valore che nel nostro Paese si attesta a un miliardo di euro. Un incremento che è stato accompagnato da una profonda reinterpretazione delle strategie comunicative del settore, per raggiungere un pubblico sempre più giovane e dinamico.

Tra gli appuntamenti più attesi, il VO Vintage Talk “Alla scoperta del Santo Graal del collezionismo”. Un dialogo tra Michele Mengoli, uno dei massimi esperti italiani di orologeria nonché advisor di VO Vintage, e Sandro Fratini, senza dubbio il più grande e famoso collezionista di orologi vintage al mondo, con un patrimonio di oltre 2000 pezzi del valore di circa un miliardo di euro tra cui spiccano i marchi Rolex, Patek Philippe, Vacheron Constantin e Audemars Piguet. Un vero e proprio “signore del tempo” che in quarant’anni di ricerca ha trasferito la propria passione in tutte le attività in cui si è cimentato, anche negli hotel costruiti a Firenze, Roma e Venezia, dove tutto, dagli arredi ai tappeti, dagli specchi alle porte, richiama il simbolismo dell’orologeria.

Il nuovo format ha potuto contare anche sui preziosi contributi di personalità del calibro di Giulio Papi, maestro orologiaio e direttore di Audemars Piguet Renaud & Papi. Presente anche Stefano Mazzariol, uno dei principali esperti di Rolex Daytona al mondo, che guarda con fiducia al futuro del collezionismo. Apprezzate anche le presenze di Bruno Bergamaschi, che con il suo forum Orologi & Passioni ha connesso la community di appassionati, di Ugo Pancani della Fondation de la Haute Horlogerie, e del presidente di Assorologi Mario Peserico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità