“Betta te scrivo” al Museo del Risorgimento

Vicenza – Domenica 12 gennaio, alle 16, nell’ auditorium del Museo del Risorgimento e della Resistenza di Villa Guiccioli, a Vicenza, sarà proposto lo spettacolo in parole e musica “Betta te scrivo”, di Beppe Traversa. L’evento è organizzato dalla Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, comitato di Vicenza, e rientra nella serie di iniziative in avvicinamento del passaggio della marcia dalla nostra città, il 28 febbraio.

Lo spettacolo, ideato da Beppe Traversa ed  ispirato al libro di Giorgio Havis Marchetto “Un uomo, una donna. 1915/1918. Un epistolario di guerra della Val Posina”, racconta con una formula fresca e originale la storia di una giovane coppia di sposi di Fusine di Posina (i coniugi Caprin) attraverso un pot-pourri di letture di alcune delle appassionate lettere, di immagini, di filmati, di canzoni originali, di racconti e considerazioni.

Il racconto si snoda attraverso una gamma di coinvolgimenti emotivi che ammiccano a un sorriso o coinvolgono fino alle lacrime. La storia dei due sposi non è solo testimonianza dell’orrore della guerra, di sofferenze patite dalle famiglie sfollate, di privazioni e di lutti ma anche la prova tangibile che soltanto attraverso l’amore si può trovare la forza di ricostruire le proprie esistenze per uscire dal buio della guerra, con la sua logica di morte, camminando verso la pace.

Un percorso difficile sicuramente, lungo il quale Beppe Traversa ci conduce con leggerezza, accompagnato da Paolo Sogaro (chitarre), Giovanni Zordan (organetto diatonico), Stefano Battiston (batteria) e Federico Saggin (basso), riuscendo ad offrire con originalità una modesta lezione di umanità e di speranza. L’ingresso è libero e aperto alla cittadinanza fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per info: museorisorgimento@comune.vicenza.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità