Le bandiere degli stati Asean, a Giacarta, durante un summit (Foto di Gunawan Kartapranata - CC BY-SA 3.0)
Le bandiere degli stati Asean, a Giacarta, durante un summit (Foto di Gunawan Kartapranata - CC BY-SA 3.0)

Sud est asiatico nell’incontro con Enrico Letta

Vicenza – Sarà l’ex premier Enrico Letta il relatore di punta dell’appuntamento che si terrà venerdì 13 dicembre, a Vicenza, alle 15.30, nella sede cittadina di Confindustria di Palazzo Bonin Longare, in corso Palladio. Sarà intitolato “I mercati del Sud est asiatico (Asean): una grande opportunità per l’export veneto”, ed è promosso dagli industriali berici con Intesa Sanpaolo e l’associazione Italia-Asean, presieduta proprio da Letta.

“I dieci paesi del Sud est asiatico – spiega una nota di Confindustria -, internazionalmente riconosciuti sotto la sigla Asean, grazie ad una fitta rete di accordi commerciali, rappresentano un hub che può coprire tutta la regione Asia-Pacifico. Secondo l’ultima rilevazione dell’Istat disponibile (secondo trimestre 2019), in quest’area Vicenza è la prima provincia del Veneto per valore dell’export, con 136,6 milioni di euro. Di più, il Vicentino esporta quasi quanto tutto il resto del Veneto assieme, rappresentando infatti ben il 46,12% dell’intero export regionale, con un saldo commerciale pari a +84,6 milioni di euro, mentre il saldo commerciale delle altre province del Veneto è negativo per -83,4 milioni. Vicenza è anche una delle province più attive d’Italia: tra le prime 10 maggiori esportatici del Paese, è dietro solo a Milano”.

“Siamo felici ed orgogliosi – ha commentato Remo Pedon, vicepresidente di Confindustria Vicenza con delega ai mercati esteri – di poter offrire ai nostri imprenditori, che si possono ancora iscrivere a partecipare attraverso il nostro sito, un confronto con il presidente Letta su quest’area del mondo. Una regione che ha un potenziale enorme in quanto le imprese italiane e venete hanno tutte le carte in regola per soddisfare le esigenze industriali e di sviluppo dei Paesi dell’Asean, anche alla luce degli accordi che la Ue sta perfezionando con questi mercati, a partire da Vietnam e Singapore”.

Sono proprio questi due paesi ad essere le destinazioni preferite dell’export vicentino con, rispettivamente, 39,5 e 22,5 milioni di valore della merce esportata. Segue, a breve distanza, la Thailandia (21 milioni) e poi Malaysia (17,4 milioni), Filippine e Indonesia (entrambi con quasi 13 milioni). Quindi, nell’ottica di comprendere come accrescere le chance di export nell’area, in vista dei nuovi accordi transnazionali, oltre a Renzo Simonato (Direttore Regionale Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige di Intesa Sanpaolo) e a Gregorio De Felice (Chief Economist Intesa Sanpaolo); interverrà la coordinatrice delle politiche del team dedicato al Sud-est asiatico della Direzione generale del commercio dell’Unione Europea Silvia Formentini.

“Diciamo sempre che in tempi di dazi e instabilità, è necessario diversificare i paesi di destinazione del proprio commercio estero – continua Pedon – e crediamo che quest’area rappresenti un’opportunità enorme per le nostre aziende, tenendo conto che comunque siamo, anche qui, un’eccellenza riconosciuta. Basti pensare che solo nel comparto relativo al tessile, all’abbigliamento alle pelli e agli accessori, esportiamo nell’Asean ben 58,8 milioni di euro. Ma altre voci importanti sono rappresentate dal comparto dei macchinari che esporta 21 milioni”.

Non a caso, tra le testimonianze d’impresa e di settore che verranno portate all’appuntamento del 13 dicembre, ci sarà Massimo Carboniero, titolare di Omera e Presidente di Ucimu–Sistemi per produrre; Gianfranco De Feo, Vicepresidente Esecutivo di Shanghai Forentini e Claudia Piaserico, Product development Manager di Fope e vicepresidente Federorafi. Modera il giornalista Marino Smiderle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità