“Serve davvero una maxi rotatoria in via Medici?”

Vicenza – Sospensione del progetto e immediato avvio di un percorso partecipativo. E’ quanto chiedono i consiglieri comunali di opposizione di Vicenza, riguardo al progetto della nuova maxi rotatoria prevista in città, in via Medici, nel quartiere San Bortolo, di fronte alla Caserma Chinotto. Secondo il capogruppo della lista “Da adesso in poi”, Giovanni Selmo, primo firmatario di una interpellanza urgente presentata sul tema, “è assolutamente necessario compiere un percorso partecipativo serio, al di là dell’opinione di ognuno e delle legittime scelte della maggioranza”.

“Tutti i punti a sostegno del progetto – sostiene Selmo – sono confusi e immotivati, ed i residenti, la parrocchia e i negozianti, in realtà, non sono stati assolutamente consultati”. I dubbi riguardano anche le motivazioni addotte dall’assessore Celebron (“mettere in sicurezza il passaggio di pedoni e biciclette e creare nuovi posti auto”).

“Al momento – aggiunge il consigliere comunale – sono già presenti nei pressi dell’area verde, prossima alla distruzione, otto posti auto, ed esiste già una pista ciclabile anche più sicura. Inoltre sono stati recentemente rimossi i dossi e il progetto non tiene minimamente conto dei lavori alla ex Centrale del Latte (nuovo grande centro civico a pochi metri di distanza). Non vi è alcuna visione di insieme: come si può imporre un intervento del genere senza interpellare il quartiere? Esiste un assessorato alla partecipazione?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità