Per le festività aumentano i controlli dei carabinieri

Schio – Ancora un controllo straordinario del territorio, da parte della Compagnia di carabinieri di Schio. Questa attività, operata nel pomeriggio e nella serata di ieri, venerdì 20 dicembre, ha impegnato un alto numero di pattuglie e si è conclusa con diverse denunce e segnalazioni.

Nel dettaglio, due giovani, un 24enne con pregiudizi di polizia, domiciliato a Bolzano Vicentino, ed un 28enne incensurato, nato in Albania, sono stati denunciati con l’accusa di detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti. I due, controllati in piazza Almerigo da Schio, mentre si trovavano all’interno di una vettura, sono stati trovati in possesso di 5 grammi di cocaina, suddivisa in cinque dosi, 0,48 grammi di marijuana e 800 euro in contanti. Somma che i militari ritengono provento dell’attività illecita.

Un 27enne nato in Nigeria, incensurato, ed un 23enne di Schio, anch’egli incensurato, sono stati invece segnalati quali assuntori di sostanze stupefacenti. Il primo, controllato mentre percorreva a piedi via Baccarini, a Schio, aveva con sé 7,5 grammi di marijuana; il secondo, fermato per un controllo in via Stamperia, a Santorso, è stato trovato in possesso di 3,1 grammi di marijuana.

Sempre nel corso dello stesso dispositivo, un uomo di 43 anni con pregiudizi di polizia è stato denunciato perché pizzicato alla guida senza patente, in quanto gli era stata revocata in precedenza, e con l’auto priva di assicurazione. La vettura è stata sequestrata.

Anche per quanto riguarda il contrasto ai reati predatori, i carabinieri hanno ottenuto dei risultati. In particolare, un 59enne nato in Marocco, pluripregiudicato, è stato denunciato con l’accusa di possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. L’uomo, controllato in località Castana, ad Arsiero, mentre si trovava a bordo di un’auto, è stato trovato in possesso di arnesi e strumenti atti ad aprire o forzare serrature.

Per finire, un 36enne pregiudicato, nato in Marocco, è stato invece denunciato con l’accusa di furto per un episodio avvenuto a Santorso. Con la scusa di un passaggio, il ragazzo è salito sull’auto di una signora ed ha rubato, dall’interno della borsa della donna, un portafoglio contenente documenti personali e 30 euro in contanti. L’immediato intervento dei militari ha consentito di rintracciare il responsabile e recuperare la refurtiva, che è stata restituita alla proprietaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *