Breaking News

Restaurata l’ex stazione di Arzignano

Arzignano – Concluso il restauro, nei giorni scorsi è stata inaugurata l’ex stazione Ftv di Arzignano: un edificio storico restituito ai cittadini in tutta la sua bellezza. Uno stabile che, ancora oggi, rappresenta ciò che rimane della storia del trasporto su rotaia nelle Valli dell’Agno e del Chiampo.

Una storia iniziata nel gennaio 1878, con la presentazione di un progetto di massima per la costruzione di un tramway a vapore tra Vicenza, Arzignano e Valdagno, importante occasione di sviluppo economico industriale per le due vallate.

Nel 1929 le tratte vennero elettrificate: sono di questa fase le stazioni delle due vallate, realizzate quale zone di interscambio merci e di attesa per i viaggiatori e che si trovano ancor oggi lungo quello che era il vecchio percorso ferroviario

Dopo la cessione all’amministrazione comunale dall’ex società Ferrovie e tramvie vicentine, l’edificio è stato oggetto di una importante ristrutturazione, con la definizione delle destinazioni d’uso, ancora attuali: commerciale, per il bar al piano terra, direzionale, per gli uffici dell’agenzia viaggi al piano primo e per la zona di accesso al piano terra, e infine pubblica, per la sala centrale al piano terra, confermata allora come sala di attesa utenti del servizio Ftv.

Ed oggi, a più di 25 anni di distanza da tale operazione, si è reso necessario un nuovo intervento di manutenzione straordinaria, sia per far fronte agli inevitabili segni di degrado di alcuni elementi e di obsolescenza impiantistica sia per la realizzazione di opportuni interventi di miglioramento energetico.

Per quanto riguarda i principali interventi realizzati, sono state sistemate le pareti esterne, con rifacimento dell’intonaco seguendo le indicazioni della Soprintendenza, e con la riproposizione delle scritte “Stazione” nel prospetto principale e “Arzignano” nel prospetto est; sono stati rinnovati i serramenti, in particolare quelli del piano terra, con la conservazione della complessità e particolarità del disegno dei serramenti stessi.

E ancora, sono stati rifatti l’impianto di distribuzione elettrica per la messa a norma impiantistica e l’impianto di riscaldamento e raffrescamento, con attenzione alla riduzione dei fabbisogni energetici dell’edificio e all’ottimizzazione della regolazione climatica.

Per finire, sono stati sostituiti i vecchi fari di illuminazione. Anche il piazzale di fronte alla stazione è stato rinnovato grazie al posizionamento di panchine e vasi con alberi e si è deciso di mantenere l’illuminazione serale e notturna per tutto l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *