Breaking News

Prosa, Santa Lucia arriva al Teatro di Lonigo

Lonigo – “Santa Lucia, pòrteme un caretin»” Domani, sabato 14 dicembre alle 21 Santa Lucia arriva a portare i doni anche sul palcoscenico del Teatro Comunale di Lonigo con lo spettacolo “Lùssia”, scritto e diretto dal regista veronese Alessandro Anderloni. “La storia – spiega lo stesso regista – è nata nel cuore dello scorso inverno quando a dicembre, sulla tavola di casa, mia mamma la sera del 12 dicembre ha preparato, come immancabile consuetudine, i piatti che Santa Lucia, la notte, avrebbe riempito di doni. Ho pensato allora a un canto, nato vent’anni fa, che dice Santa Lucia, pòrteme un caretin e ho iniziato a scrivere degli anni Sessanta: il tempo in cui ai carrettini di legno si iniziarono a preferire i primi giochi a corrente, i mobili di legno vennero sostituti da quelli di fòrmica, le storie dei filò si spensero per accendere il televisore. È uno spettacolo sul mistero e la poesia, e sul tempo in cui finiscono le fiabe”.

“Cambiano i tempi e cambiano i giocattoli che si chiedono in dono quella notte, ma la trepidazione e il mistero sono sempre gli stessi. In casa, però, c’è tanta voglia di liberarsi delle robe vecchie, perfino dei puoti che per tradizione si impastano quel giorno. Qualcuno vorrebbe dar via i libri e quelle carte scritte in una strana lingua tedesca, chiamata cimbro, che sono conservate da tempo immemore in soffitta. C’è un’impellente e irresistibile voglia di modernità. Ma dietro l’illusione di essere nuovi e diversi, si va avanti a pensarla come sempre: schei e fioi. E chi non è capace di fare né gli uni né gli altri, sembra essere inutile a questo modello familiare. Così negli occhi della piccola Lùssia, nel giorno tanto atteso di Santa Lucia, sembrano finire le fiabe”. 

“Lùssia” è il dodicesimo capitolo della compagnia teatrale Le Falìe. Era il 1993 quando il gruppo teatrale diretto da Anderloni portava in scena il primo degli spettacoli che diede inizio al progetto “Velo Veronese: il paese in scena”. Da allora più di 300 abitanti, di un paese in provincia di Verona che oggi ne conta poco meno di 800, sono stati coinvolti sul palcoscenico o dietro le quinte. Un’esperienza di teatro popolare unica che ha significato il risveglio culturale e sociale della comunità e la riscoperta della propria storia. Acquisto biglietti online su www.geticket.it. Info: www.teatrodilonigo.it.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *