Breaking News

Arzignano, rinnovato il Regolamento di polizia locale

Arzignano – Approvato nei giorni scorsi, dal consiglio comunale di Arzignano, il nuovo Regolamento di polizia urbana, la cui ultima versione risaliva al 2011 (revisione del vecchio regolamento datato 1966). L’aggiornamento del 2019 ha come obiettivo l’adeguamento necessario alle problematiche di sicurezza e di gestione del bene pubblico che negli anni sono evolute. A questa pagina

Alcune delle variazioni rappresentato delle autentiche novità, il cui scopo è quello di tutelare il bene pubblico ed il benessere dei cittadini. In particolare è stato istituito il divieto di fumare in tutte le aree verdi del territorio, per garantirne la vivibilità e per salvaguardare persone anziane, donne in gravidanza e giovani.

“Tale norma – spiega una nota del municipio arzignanese – non solo intende impedire che venga dato cattivo esempio ai più giovani ma anche che venga rispettata l’area verde pubblica, evitando l’abbandono di mozziconi di sigaretta”.

Sempre sul fonte dei parchi pubblici è stato istituito il divieto di percorrere con auto, motoveicoli o veicoli a trazione animale i viali pedonali, i giardini pubblici o le aree attrezzate, salvo autorizzazione specifica.

“E’ stata anche introdotta una norma che vieta il danneggiamento delle strutture e delle attrezzature presenti nei giardini pubblici; vietato anche salire sugli alberi, appendervi o affiggervi cose e scagliarvi contro sassi, bastoni o oggetti simili. Non si può inoltre sostare o circolare sulle aiuole erbose ed è stata aggiunta una noma che riguarda la cura e manutenzione delle siepi e alberature prospicienti le aree pubbliche”.

Novità anche per quanto riguarda i pubblici esercizi. Sono state scritte le linee guida in termini di orari per la somministrazione di alimenti e bevande. “Ad oggi sono state emesse delle ordinanze mensili, ma introducendo queste linee di indirizzo si dà facoltà all’amministrazione di dare carattere definitivo ai provvedimenti; questo per conciliare le esigenze dei pubblici esercizi con quelle della sicurezza e della quiete pubblica”.

E’ stata aggiunta una norma che permette agli uffici comunali, nei casi di rilascio di licenze, autorizzazioni, concessioni, rinnovi, ricezione di segnalazioni certificate di inizio attività di attività commerciali o produttive, di verificare la regolarità del pagamento dei tributi locali da parte dei richiedenti.

Sempre rimanendo in tema di pubblici esercizi, attualmente è prescritta la chiusura alle 2 di notte per tutti locali del centro storico, e a mezzanotte per quanto riguarda due attività artigianali alimentari (kebab) posizionati in zona residenziali. Con il nuovo regolamento tali orari potranno essere confermati o modificati in qualsiasi momento.

Importante anche la creazione di un Regolamento sulla videosorveglianza mediante sistemi mobili. Strumento necessario poiché il Comune, in aggiunta ai frequenti controlli della polizia locale, intende avvalersi delle telecamere mobili, per scoraggiare e prevenire l’increscioso fenomeno dell’abbandono e dello smaltimento illecito di rifiuti nel territorio comunale.

“Ultima novità nel nuovo Regolamento è il Dacur, comunemente chiamato Daspo Urbano, che permette di sanzionare condotte illecite attraverso l’ordine di allontanamento dal Comune. Nel caso di vandalismi o azioni che disturbino la quiete pubblica si provvede con una sanzione amministrativa, ma in caso di recidività del soggetto si può intervenire con l’allontanamento dal luogo, su ordine del questore. Se la prescrizione non viene rispettata scatteranno sanzioni penali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *