Breaking News

Vicenza, la propaganda pagata dal cittadino

Vicenza – “Oggi Vicenza, tra uno spot e l’altro, sta precipitando in un declino inarrestabile per colpa di un’amministrazione che pensa a tutto tranne che al bene ed al futuro dei vicentini”. inizia con queste parole un nuovo affondo del consigliere comunale di Vicenza Raffaele Colombara, all’opposizione, che questa volta, in una nota, prende di mira un aspetto che è spesso dolente nei bilanci pubblici, ovvero il sistema della comunicazione, nel quale “conoscenze” e clientele sono spesso le vere chiavi vincenti e fin troppo ben retribuite.

“La situazione davvero vergognosa – aggiunge infatti infatti Colombara – è che tra amministrazione provinciale ed aziende partecipate si stiano spendendo migliaia e migliaia di euro (dei vicentini) per pagare la comunicazione. Comunicazione che, per carità, è sempre a prova di gara, ma affidata alla fine alla società Alquadrato srl di quell’Alberto Serafin che gestì la campagna elettorale del sindaco Rucco”.

Il consigliere comunale del centro sinistra segnala anche alcuni casi, come quello riguardante “Aim e 28 mila euro per la comunicazione di una fusione mai avvenuta. Ed ancora la Provincia di Vicenza, con presidente Rucco: 90mila euro per servizio di comunicazione istituzionale, più 20mila euro per attività di ufficio stampa. Infine ViAcqua: 300mila euro in tre anni per progettazione e realizzazione piano di comunicazione”.

“Non sarebbe meglio – conclude Colombara – destinare queste risorse ad investimenti piuttosto che a fantomatiche e inutili campagne di comunicazione a sostegno dell’immagine dei committenti, dove peraltro lavorano già professionisti del settore?  Quale davvero è il senso della comunicazione per il bene dei cittadini?  È questo  forse il prezzo che i vicentini dovranno pagare per la campagna elettorale di Rucco?  Uno schiaffo ai vicentini, una vera vergogna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *