Breaking News
Un tratto ancora in costruzione della Pedemontana Veneta
Un tratto ancora in costruzione della superstrada Pedemontana Veneta

Pedemontana, riapre la galleria di Malo

Vicenza – Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vicenza ha autorizzato la società concessionaria per la costruzione della Superstrada Pedemontana Veneta a proseguire i lavori nella galleria di Malo. Riapre dunque il cantiere dove avvenne l’incidente mortale nel 2016. Soddisfazione da parte dell’amministrazione regionale, che parla di decisione importante “non solo per lo sblocco della situazione, ferma dal 2016 sul lato di Malo, ma anche per le affermazioni del perito del giudice  professor Genevois, riportate nel provvedimento stesso, che valida in toto il sistema tecnico di ancoraggio proposto, in base alle risultanze delle prove effettuate”.

“E’ sancito – sottolinea una nota della struttura di progetto della Pedemontana – che il sistema di ancoraggio (chiodi) che il costruttore ha proposto di impiegare per la messa in sicurezza della galleria è del tutto adeguato. Si ricorderà che il concessionario, tra il novembre 2018 e l’aprile 2019, ha sviluppato sette campi di prova per testare direttamente la migliore soluzione di chiodi in acciaio e betoncini e scegliere la più affidabile. Tra queste, alcune soluzioni non sono risultate soddisfacenti, soprattutto per quanto riguarda i bulloni di ancoraggio, che hanno mostrato una scarsa tenuta, mentre due soluzioni si sono rivelate adeguate. Una di queste ultime è stata scelta dal concessionario, proposta per la prosecuzione dei lavori ed evidenziata nella richiesta di dissequestro, corredata da tutte le idonee certificazioni sui chiodi, sia per la barra che per la testina”.

La Struttura di progetto della Regione valuta molto positivamente che “il consulente del Gip abbia riportato nella sua relazione alcune conclusioni che sono in linea con quanto i tecnici ed i collaudatori dell’opera avevano già rappresentato”.

“Il fatto di oggi – conclude la nota regionale – segue quello di minore portata che già era stato notificato il 7 novembre, relativo alla riduzione delle aree di sequestro dei depositi di materiale adiacenti al costruendo casello di Malo. In questo caso i consulenti hanno campionato i materiali, prelevati e conservati in altro ambito protetto, permettendo quindi il dissequestro e la ripresa completa dei lavori anche in quella tratta. Ciò permetterà di procedere più speditamente nel completamento del casello stesso, oggetto della prossima apertura al traffico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *