Breaking News

Maltempo, è ancora allarme per i fiumi

Venezia – Il Centro funzionale decentrato della Protezione civile della Regione Veneto ha emesso un nuovo bollettino di aggiornamento sull’ondata di maltempo che sta interessando pressoché l’intero territorio.

Situazione nella mattinata di oggi: nelle ultime 6 ore precipitazioni in prevalenza diffuse e persistenti, specie sulla fascia alpina e prealpina, con frequenti rovesci e locali fenomeni temporaleschi che hanno dato luogo ad accumuli variabili: da 5 a 20 mm sulla pianura, da 20 a 50 mm sulla fascia prealpina e pedemontana, da 30 a 70 mm sulle zone alpine con i massimi a Gosaldo (BL) e a Col di Prà (BL). I venti in pianura si sono mantenuti in prevalenza moderati da nord-est; sulle dorsali prealpine venti a tratti anche forti da sud-est. La quota neve si è progressivamente rialzata sulle Prealpi e sulle Dolomiti meridionali da 900-1200m a 1800m.

La situazione dell’ultima ora: precipitazioni in prevalenza diffuse sulle zone montane e pedemontane, specie orientali, con un massimo di 35 mm a Col Indes (BL) e 26 mm a Gaiarine (TV); precipitazioni discontinue altrove, anche a carattere di rovescio. Quota neve stazionaria. Venti moderati/forti da sudest in quota, più irregolari sulla pianura con una componente da nordest sulle zone interne e da sudest sulla costa.

Evoluzione dei principali corsi d’acqua interessati. Agno-Guà: i livelli idrometrici lungo l’asta del fiume Agno-Guà sono in incremento su tutte le sezioni monitorate. Attualmente sono oltre la prima soglia le sezioni di: Recoaro, Ponte Brogliano, Ponte Arzignano, Ponte Asse, Lonigo. Sul Fratta-Gorzone il livello idrometrico permane sopra alla prima soglia di guardia alla sezione di Valli Mocenighe.

Bacchiglione: attualmente si riscontra un incremento dei livelli idrometrici lungo l’asta del Bacchiglione, le sezioni di Ponte Marchese e Longare attualmente sono al di sopra del primo livello di guardia. Sul sistema Astico-Tesina nella sezione di Lugo di Vicenza i livelli sono sopra la seconda soglia di guardia in crescita. Brenta: a Bassano il livello idrometrico è al di sopra della seconda soglia di allerta e in crescita, mentre a Limena è in diminuzione seppure ancora sopra la prima soglia.

Piave: alla sezione di Busche attualmente sta transitando una portata di circa 1100 m³/s. Livenza: alla sezione di San Cassiano i livelli sono sopra la prima soglia e risultano in netto incremento; si segnalano livelli idrometrici in incremento nella sezione del Meduna a Pordenone. Lemene: si segnalano livelli molto sostenuti e in aumento a Portogruaro. Sul Tagliamento presso la sezione di Latisana il livello idrometrico, sopra alla prima soglia di guardia, è in ripresa di crescita. Si segnalano allagamenti nella rete idrografica secondaria nella zona di Portogruaro e nella pianura tra Livenza e Tagliamento.

Il bollettino neve, da oggi alle ore 14 a martedì 19 novembre 2019 alle ore 24 indica: domenica perturbato con fenomeni in attenuazione da Ovest, neve a 1500/2000 m, solo localmente inferiore. Lunedì peggiora al pomeriggio/sera, neve a 1000/1300 m. Martedì perturbato tutto il giorno con nevicate diffuse da 1000/1300 m a 1300/1600 m, anche abbondanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *