Breaking News

Maltempo, è ancora allerta in alcune zone

Venezia – La situazione meteorologica in Veneto è in miglioramento, anche se gli effetti dell’ondata di maltempo dei giorni scorsi continuano a farsi sentire. La valutazione della situazione idrogeologica e idraulica fa prevedere un generale lento calo dei livelli idrometrici. C’è la possibilità d’innesco di fenomeni franosi sui versanti, a seguito delle precipitazioni abbondanti dei giorni scorsi. La criticità gialla nel bacino Alto Piave, nel bellunese, è di tipo geologico e descrive la permanenza del rischio dello sviluppo di fenomeni gravitativi a seguito delle precipitazioni abbondanti dei giorni scorsi.

Il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto, sulla base del bollettino di vigilanza regionale, e tenuto conto che nelle ultime 24 ore sono state registrate precipitazioni moderate ma non sono state segnalate situazioni di criticità ha emesso un aggiornamento dell’avviso di criticità idrogeologica ed idraulica. 

Per la giornata di oggi, 20 novembre, viene decretata:

  • moderata criticità per rischio idraulico (allerta arancione) per i bacini Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige (Verona-Rovigo); 
  • ordinaria criticità per rischio idraulico (allerta gialla) per Livenza, Lemene e Tagliamento, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone;  
  • ordinaria criticità per rischio idrogeologico (allerta gialla) per Piave pedemontano, Livenza, Lemene e Tagliamento, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Alto Piave, Adige-Garda e monti Lessini, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone

Per la giornata di domani, giovedì 21 novembre, viene decretata:

  • moderata criticità per rischio idraulico (allerta arancione) per Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige; 
  • ordinaria criticità per rischio idraulico (allerta gialla) per Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone;
  • ordinaria criticità per rischio idrogeologico (allerta gialla) per Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Livenza, Lemene e Tagliamento, Alto Piave, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Adige-Garda e monti Lessini, Piave pedemontano

Permane la situazione di criticità locale legata alla frana della Busa del Cristo in Comune di Perarolo di Cadore (BL). La criticità idraulica arancione in Vene-D (Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige) è riferita solamente alle aree del Delta del Po interessate dalla propagazione dell’onda di piena del fiume; per gli altri comuni rivieraschi del Po la criticità idraulica è da considerarsi gialla. Nei rimanenti comuni della zona di allerta Vene-D la criticità idraulica è verde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *