Breaking News
Eva Lisec, a destra nella foto, con Olbis Futo Andrè, di spalle
Eva Lisec, a destra nella foto, con Olbis Futo Andrè, di spalle

Basket, il Beretta Schio in casa con Montpellier

Schio – C’è ancora un team francese nel cammino europeo del Beretta Famila Schio. Dopo la gara con Lione, domani sera, le arancioni incroceranno infatti le Gazzelle biancoblù del Basket Lattes Montpellier Agglomération (Blma).

L’incontro, in programma per il quarto turno di regular season di Eurolega, verrà disputato al PalaRomare, con inizio alle 20.30, e sarà visibile anche in diretta streaming gratuita, sul canale Youtube della Fiba (qui il link diretto).

Con due vittorie (contro Gdynia e Kursk) ed una sconfitta (in casa con Sopron), la squadra di coach Thibaut Petit occupa il secondo posto nella classifica del gruppo B, proprio alle spalle delle ungheresi di Sopron. Stesso bottino di cinque punti (due successi ed uno stop) per le arancioni, attualmente quinte in graduatoria.

Le transalpine, che hanno staccato il pass per partecipare all’Euroleague dopo aver sconfitto ai preliminari, la compagine greca dell’Olympiacos, arriveranno a Schio con l’intenzione di allungare la striscia di vittorie in campo europeo, galvanizzate dal successo colto contro le russe di Kursk, vice campionesse d’Europa in carica.

Il Beretta, invece, due settimane fa ha solo sfiorato l’impresa di fermare la Dynamo, perché negli istanti decisivi della gara, le biancoblù russe si sono dimostrate più lucide. Dopo quella gara, sempre in Europa, le ragazze di coach Pierre Vincent hanno superato Lione, questa volta gestendo al meglio gli ultimi minuti della gara.

Due, però, le note negative di questo successo: gli infortuni di DeShields e di Lisec. Mentre per la prima il colpo al volto è risultato meno grave del previsto (la guardia statunitense è scesa in campo contro Vigarano), il recupero di Lisec è più lungo, tanto che domenica ha guardato il match dalla tribuna. La speranza è quella che possa tornare a calcare il parquet già domani.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *