Breaking News

Autonomia, Sbrollini: “Si faccia presto, ma bene”

Roma – “Finalmente arriva il previsto confronto in Conferenza delle Regioni del ministro Francesco Boccia sull’autonomia. Già il fatto che sia basato su una ben precisa proposta di legge e non solo su chiacchiere, è un buon inizio. Si entra nel vivo, con la volontà di procedere. Quanto in fretta dipende poi anche dalla volontà dei governatori di scendere a ragionamenti concreti. Io personalmente auspico che si faccia in fretta. Ma prima di tutto bisogna fare bene”. Sono parole di Daniela Sbrollini, senatrice vicentina di Italia Viva e componente della Commissione per gli affari regionali.

“Non sarà l’acqua granda di queste settimane – ha aggiunto – a segnare i tempi del percorso di confronto tra lo Stato e le Regioni. Se già nei prossimi due mesi potessimo cominciare ad entrare nel merito in commissione, potremmo dare una significativa accelerazione al processo di accordo. I paletti che il Ministro ha posto come condizione per procedere (che riguardano la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni e gli obiettivi di servizio uniformi da garantire ovunque in Italia) sono condizioni comunque stabilite dalla Costituzione, ma anche di buon senso e di giustizia sociale”.

“Credo – ha concluso la senatrice -, che tutti vogliamo che ogni cittadino d’Italia abbia servizi sufficienti e garantiti di prestazione da parte dello Stato. Tutti hanno sempre detto di condividere il concetto di perequazione (chi non raccoglie abbastanza dalle tasse sue, sarà aiutato dagli altri) e quello di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza (per evitare di passare da un centralismo a venti minicentralismi). Adesso vediamo se lo confermano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *