Breaking News

L’allarme maltempo nel novembre più anomalo

Venezia – E’ confermato, in Veneto, lo stato di allarme (allerta rossa) per il transito dell’onda di piena del fiume Po, fino alle 14 del 30 novembre. Fino alla stessa ora di domani, 28 novembre, è inoltre confermato lo stato di attenzione (allerta gialla) per criticità idraulica sulla rete principale sui bacini Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco- Basso Adige; Basso Brenta-Bacchiglione. Insomma, la preoccupazione per i fiumi non cala, anche perché sembra non voler cessare la fase di piogge costanti ed insistenti che ha caratterizzato questo mese di novembre, ultimo mese dell’autunno meteorologico che sta per chiudersi e che quest’anno è stato del tutto anomalo.

“Una successione di perturbazioni – si legge in una nota diffusa oggi da Arpav – che ha provocato anche in Veneto una serie di eventi pluviometrici importanti, spesso a carattere sciroccale con piogge anche forti e abbondanti, nevicate copiose in quota, rinforzi di vento molto significativi specie sulla costa e in montagna. Anche le temperature hanno registrato un andamento piuttosto anomalo con valori spesso sopra la norma, specie le minime, a causa della frequente copertura nuvolosa, e soprattutto nei primi cinque giorni del mese e nell’ultima decade”.

“Particolarmente anomali – continua l’agenzia per l’ambiente – sono risultati i picchi raggiunti nelle temperature minime del giorno 24, condizionate dai venti di scirocco, e in quelle massime del 25, favorite dal ritorno del sole e da una temporanea espansione di un promontorio anticiclonico sul Mediterraneo occidentale, portatore di masse d’aria piuttosto calde. Domenica 24 le temperature minime su gran parte della pianura registrano valori compresi tra i 12 e i 13°C (8-9°C circa sopra la norma) con dei massimi prossimi ai 14°C sulla costa centro-meridionale. Il giorno dopo, lunedì 25 le massime giornaliere raggiungono picchi intorno ai 20°C in vaste aree della pianura centro-settentrionale (9-10°C circa sopra la norma) con una punta massima di 22.5°C registrata a Gaiarine nel Trevigiano orientale. In molti casi le temperature massime di questo giorno rappresentano i record dell’ultima decade del mese di novembre degli ultimi 25 anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *