Breaking News
Influenza

Al via la campagna anti influenzale

Vicenza – Prende il via domani, sul territorio della Ulss 8 Berica la campagna vaccinale contro l’influenza. Un’azione che rientra nella campagna promossa dalla Regione del Veneto, accompagnata anche da una sensibilizzazione via web e social con lo slogan “Proteggi chi Ami. Vaccinati contro l’influenza”. Oltre 500 gli operatori mobilitati nella Ulss vicentina, tra medici di famiglia, personale sanitario dei servizi vaccinali e case di riposo, e 80 mila le dosi di vaccino a disposizione.

Come ogni anno, il vaccino ha una composizione specifica per i tipi di virus influenzali che si prevede circoleranno nella prossima stagione invernale: antigeni dei virus A-H1N1 (quello della “suina” del 2009) e B “Phuket”, già presenti negli anni precedenti e i nuovi virus A-H3N2 “Kansas” e B “Colorado”.

“L’influenza non va sottovalutata – spiega il direttore generale dell’Ulss 8, Giovanni Pavesi, – sia per il numero di persone coinvolte ogni anno, dal 10 al 20% della popolazione, sia per la possibilità che la malattia si presenti in forma particolarmente grave, con necessità di ricovero ospedaliero. La vaccinazione rappresenta la più efficace arma di prevenzione contro l’influenza e soprattutto delle sue complicanze”.

La vaccinazione è raccomandata e offerta gratuitamente alle persone a rischio di gravi complicanze in caso di malattia influenzale: persone con età maggiore di 65 anni, soggetti affetti da patologie croniche (malattie polmonari, malattie cardiovascolari, diabete, malattie renali, etc.), o ricoverati in strutture per lungodegenti, donne in gravidanza. Inoltre, la vaccinazione è fortemente raccomandata a tutto il personale di assistenza (personale sanitario, operatori sociosanitari, familiari di persone gravemente ammalate).

E’ inoltre proposta gratuitamente anche alle persone che svolgono attività di primario interesse collettivo (personale scolastico, forze dell’ordine, oltre che ai donatori di sangue) e ai lavoratori a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani (allevatori, macellatori, veterinari, etc.). Resta possibile, per chi non ne ha diritto gratuitamente, la vaccinazione a pagamento (al costo di 10 euro) presso le sedi vaccinali del territorio con accesso nella seconda parte della campagna antinfluenzale, dalla seconda metà di novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *