Breaking News

Zanè, finge di cercare lavoro e ruba un portafoglio

Zanè – Era entrato in una azienda di Zanè fingendo di essere alla ricerca di un lavoro, ma prima di andarsene, dopo un breve colloquio con la titolare, aveva aperto la borsa della donna e le aveva sottratto il portafoglio. Un fatto, questo, che è costato ad un 35enne scledense, già noto alle forze dell’ordine per altri episodi della stessa natura, una denuncia con l’accusa di furto aggravato.

L’episodio si è verificato una mattina della scorsa estate. Il presunto disoccupato, con la scusa di trovare un impiego, si è presentato in una ditta di costruzioni meccaniche. Ha parlato con la titolare e appena questa si è allontanata dalla sua scrivania, l’uomo ne ha approfittato per frugare nella borsa della donna, prelevare il borsellino per poi uscire dagli uffici.

Un allontanamento troppo repentino, che non è passato inosservato alla titolare. L’imprenditrice ha avvisato il 112 e, uscita dal locale, ha iniziato ad urlare per richiamare l’attenzione di alcuni trasportatori che si trovavano nel piazzale della ditta, in attesa di scaricare della merce.

Il ladro, allora, si è dato alla fuga, dopo aver gettato, sotto delle auto in sosta, il portafoglio rubato. Il borsello, subito rinvenuto, è stato restituito alla proprietaria, che non ha costatato alcun ammanco.

I carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Thiene, acquisite le varie testimonianze, la descrizione dell’autore del furto ed analizzando le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza, hanno chiuso le indagini nei giorni scorsi denunciando alla Procura della Repubblica di Vicenza il 35enne scledense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *