Breaking News

Vicenza, il Bocciodromo resta in Via Rossi

Vicenza – Il centro sociale Bocciodromo, di Vicenza, rimarrà nella sua sede cittadina di Via Rossi. Sono stati resi noti oggi infatti i risultati della gara per l’assegnazione dello spazio comunale, ed a vincere è stata l’offerta formulata da Rti Bocciodromo 2.0, alla quale sono attributiti cento punti. Gli altri in gara erano Comitato Asi Vi (79,667 punti) e Aps Sloga (75,831 punti).

“L’esito della gara – ha sottolineato l’assessore al patrimonio del Comune di Vicenza, Silvia Maino, – è la dimostrazione di come l’amministrazione abbia avuto un approccio civico e non ideologico che smonta qualsiasi teoria su complotti e manipolazioni”. In effetti sono state in questo modo smentite tante previsioni infauste per i giovani del centro sociale, ritenuti avversari della giunta di centro destra che governa Vicenza.

“Un risultato – aggiunge infatti l’assessore – che dovrebbe spingere qualcuno a scusarsi pubblicamente dopo che per mesi ha continuato ad insinuare e a sospettare presunte irregolarità al solo scopo di innescare becere ed inaccettabili strumentalizzazioni. Le scelte dell’amministrazione, indipendentemente da chi la appoggi, devono essere asettiche e scevre da influenze di ogni natura, e oggi abbiamo dato una dimostrazione concreta di ciò”.

“Ora – conclude Maino – sarà nostra cura verificare che gli affidatari rispettino quanto previsto nel capitolato di gara attraverso un controllo costante che avremmo fatto con chiunque fosse risultato vincitore del bando e che stiamo già facendo sugli immobili comunali dati in gestione ad altre associazioni”.

L’aggiudicazione della gara è provvisoria. Seguiranno ora le verifiche tecniche che, come di prassi, precedono l’aggiudicazione definitiva. Naturalmente, se dalla destra arrivano oggi reazioni dure, è molta invece la soddisfazione da parte del Bocciodromo. “A vincere oggi – scrive il centro sociale sulla sua pagina Facebook – non sono le quattro associazioni e le quattro mura, ma le migliaia di persone che in questi nove anni hanno attraversato e fatto rivivere un luogo, che prima era abbandonato”.

“Grazie a tutte quelle persone che in questi mesi sono scese in piazza e ci hanno sostenuto; ai gruppi musicali, gruppi informali, istruttori della palestra che hanno fatto vivere il Bocciodromo e con noi continuano a costruire un’idea di città libera e fondata sulla solidarietà, accoglienza e democrazia. Ringraziamo tutte le associazioni che hanno creduto e sono parte del progetto Bocciodromo 2.0. Stasera festeggiamo, ma da domani affronteremo con loro questa nuova sfida. Siamo dei sognatori, nessuno può fermare i nostri sogni e ora li faremo diventare realtà!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *