Breaking News

Vicenza, Campo Marzo sempre più off limits

Vicenza – Ci si interroga a Vicenza sulla situazione di Campo Marzo, sul degrado in cui versa, amplificato nei giorni scorsi a livello nazionale, in modo forse anche eccessivo, dal servizio televisivo di Striscia la notizia. C’è stato anche un incontro, in Prefettura, del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, nel quale il prefetto ha annunciato una serie di iniziative per scoraggiare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, con interventi rivolti non solo agli spacciatori, ma anche ai consumatori.

La decisione più rilevante, insieme all’impegno ad un costante coordinamento degli interventi da parte di carabinieri, guardia di finanza, polizia di stato e locale, riguarda la firma di un’ordinanza prefettizia sperimentale che durerà tre mesi e che prevede la possibilità di emettere i cosiddetti Daspo nei confronti di tutti i soggetti coinvolti in operazioni legate al mondo della droga. I provvedimenti restrittivi anche legati all’inottemperanza del divieto di recarsi in luoghi prestabiliti (Campo Marzo e vie limitrofe attorno a tutto il perimetro del parco) sarà esteso tanto agli spacciatori quanto agli acquirenti.

“La decisione del prefetto – ha commentato il sindaco, Francesco Rucco – va nella direzione di cercare tutte le vie possibili per combattere insieme questo fenomeno che è un problema che riguarda tutti. Da una parte bisogna continuare l’azione repressiva, che deve essere unitaria tra le forze dell’ordine, e dall’altra proseguire con gli operatori di strada per un approccio di recupero dei tossicodipendenti. Da parte dell’amministrazione non viene trascurato alcun dettaglio. Dopo aver sistemato alcuni locali della stazione SVT daremo presto vita al nuovo comando distaccato della polizia locale nell’ex biglietteria di Aim”.

“A breve, inoltre  – ha aggiunto il sindaco -, riaprirà una nuova attività di ristorazione nello storico ex Moresco e continueremo sempre più a programmare nuovi eventi e manifestazioni. Nei prossimi giorni mi vedrò con il sottosegretario all’Interno Achille Variati per un confronto diretto durante il quale gli chiederò anche di attivarsi affinché, nell’ambito delle prossime movimentazioni previste a livello nazionale del personale di polizia di Stato con l’immissione a ruolo di numerosi allievi agenti, la nostra città sia oggetto di un rinforzo significativo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *